lunedì 9 dicembre 2013 redazione@isola24.it

A urne chiuse, lo sfogo di un giovane isolano: “Lasciateci in pace”

Abbiamo scelto di pubblicare questo testo inviatoci da un giovane isolano ad urne chiuse, perché oltre alle considerazioni politiche di rito contiene anche il suo preciso stato d’animo. Il ragazzo esprime alcuni concetti parlando sicuramente con il cuore. Merita dunque di essere letto attentamente.

Lasciateci in pace

“Sono un cittadino di Isola Del Liri con diritto di voto la cui pace intellettuale è stata gravemente offesa dal recente e massiccio exploit di renziani sul nostro territorio. E’ ben noto che il Partito Democratico il 9 Dicembre avrà un nuovo segretario nazionale e molti cittadini di Isola Del Liri, tra cui molti  volti storici e noti agli Isolani o freschi propagandisti, si sono espressi e hanno messo la propria faccia da un mese a questa parte a favore del sindaco di Firenze, nuovo paladino dei sinistroidi della Città delle Cascate.

La campagna pro-Renzi nella nostra città è stata tanto emozionante (poco ad essere sinceri), quanto illuminante e commovente per l’alto tenore dei temi, tra cui spiccano Lavoro ed Istruzione (che pioniere!)  e motivazioni (in poche parole riassumibili in “perché lui può e gli altri NO”).

Non solo dunque il merito a Renzi di aver dato occasione a magnifici Lapalissiani di Isola Del Liri di dare lustro alle proprie capacità, ma nella nostra amata città il “Berlusconi di sinistra” ha poi il particolare merito di aver unito sotto la stessa egida sia gli storici sostenitori,  sia coloro i quali si possono riunire nella categoria dei “redenti”, la cui credibilità è identificabile in un vecchio post su Facebook, rimasto impresso nella lucida memoria di qualcuno, dell’odierno renziano-pasionario, il quale nel post-vittoria di Bersani alle primarie PD di meno di un anno fa sentenziava: “Renzi vai casa…ADESSO!”.

L’eredità effettiva che alla conclusione di queste Primarie rimarrà ad  ISOLA DEL LIRI è dunque riassumibile in 3 fatti:

  • le “letterine”, anzi i pensierini (sul modello Scuole Primarie), dei Giovani Democratici su “Quanto è bello e bravo Renzie e perché da grande voglio diventare come lui”;
  • la breve, ma significativa, apparizione del nostro paesino su testate nazionali come “Repubblica” o all’interno del programma televisivo “Ballarò” per l’avvincente storia delle tessere fantasma;
  • Il più assoluto nulla.

Sull’ultimo punto voglio portare l’attenzione dei miei concittadini renziani. Isola Del Liri sta morendo lentamente mentre voi vi state preoccupando semplicemente di fare il tifo per una squadra di un campionato estero. I discorsi che tanto vi piacciono e vi incantano teneteli cortesemente per voi. Evitate di dare false speranze ad una città che da anni è stata sedotta dalle belle parole, dimenticata dalla Buona Politica e privata di un’amministrazione all’altezza. Ai cittadini di Isola del Liri le chiacchiere de ”L’Obama de’ noartri”, che state abilmente facendo vostre, non interessano!

Cari renziani di ISOLA DEL LIRI, avete sprecato (“investito” sarebbe stato un termine abbastanza inadeguato, a mio modo di vedere, in questo contesto) molto tempo e molta pazienza di noi cittadini Isolani a preoccuparvi di sbatterci in faccia le vostre motivazioni sul perché gli Italiani hanno bisogno di Renzi, ma MAI sul perché ISOLA DEL LIRI dovrebbe averne bisogno. Servirà a dare una stabilità politica all’amministrazione comunale di QUESTA città? Servirà a valorizzare territorialmente e culturalmente QUESTA città? Servirà a rimettere in piedi il Lavoro e le speranze dei lavoratori di QUESTA città? Servirà a ritrovare i fondi che mancano a QUESTA città? Servirà ad occuparsi dell’istruzione dei giovani Isolani e della salute e il benessere dei cittadini QUESTA città?

Se servirà a farvi smettere di blaterare , vinca Renzi…ADESSO!

Quanto prima vi accorgerete della genericità di questi falsi divi della Politica nazionale e smetterete di seguirli, tanto prima Isola Del Liri potrà tornare ad essere florida.”

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA