27 novembre 2013 redazione@ciociaria24.net

“AMICI PER LA PIZZA”: Giovedì 28 in Piazza Boncompagni stage finale per aspiranti pizzaioli

“Amici per la pizza”, al via lo stage finale del primo corso di avviamento alla professione di pizzaiolo, riservato ai cittadini richiedenti asilo e ai rifugiati presenti nella provincia di Frosinone. Si terrà giovedì prossimo 28 novembre, dalle ore 17, in piazza Boncompagni ad Isola del Liri, presso la pizzeria “L’isola della Pizza”, la fase conclusiva del corso promosso dall’Associazione “La Lanterna” di Arce con la collaborazione tecnica della Polselli S.p.A., il patrocinio della Caritas Diocesana e del Centro Servizi per il Volontariato del Lazio.

Si tratta di una iniziativa gratuita, partita lo scorso 3 ottobre, che mira a favorire l’integrazione sociale e l’inserimento lavorativo degli stranieri. Con queste finalità, l’Associazione “La Lanterna”, oltre a gestire per conto della Parrocchia di Arce un banco alimentari per le persone meno abbienti, ha avviato una scuola d’italiano alla quale sta affiancando interessanti corsi di orientamento professionale.

“Il corso da pizzaiolo – spiega il presidente dell’Onlus Giuseppe A. Violetta – ha riscosso grande curiosità ed apprezzamento tra i partecipanti e rappresenta un validissimo strumento da riproporre ancora nei prossimi mesi. L’idea si è resa realizzabile grazie al supporto tecnico prestato dall’industria molitoria Polselli S.p.A., che ha messo a completa disposizione la sua Accademia di Formazione con prodotti e attrezzature di altissimo livello. Le lezioni teoriche-pratiche, invece, sono state tenute dai maestri dell’arte bianca Davide Palladinelli e Toni Diamanti, piazzaioli e titolari dell’Oasi della Pizza di Isola del Liri, mentre quindici sono gli allievi che hanno frequentato le sei particolari lezioni. È necessario – ha aggiunto ancora Violetta – uscire dalla dimensione che accogliere un immigrato sia una presa di carico. Per questo bisogna lavorare su più aspetti contemporaneamente capaci di guardare all’ambito sociale, ma anche a quello lavorativo e culturale. Nei prossimi mesi riproporremo altri corsi di formazione per pizzaioli e questa volta saranno rivolti sia a cittadini italiani che stranieri, regolarmente soggiornanti in Italia. Abbiamo in cantiere anche altre iniziative legate alle nuove tecnologie, come quella di proporre un corso di formazione per l’utilizzo di internet e dei nuovi media, che vorremmo destinare alle donne e a coloro che hanno un permesso di soggiorno per il “ricongiungimento familiare”. Il corso – ha concluso – si svilupperà in tre moduli: lingua e cultura italiana, educazione civica, informatica e utilizzo del network”.

AMICI-PER-LA-PIZZA_660

Menu