mercoledì 13 maggio 2015 redazione@isola24.it

Angela Mancini ripercorre la storia della costruzione della Caserma dei Carabinieri di Isola del Liri

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma del consigliere comunale di Isola del Liri, Angela Mancini.

«La Caserma dei Carabinieri in costruzione ha una storia tutta sua. Nasce da un’intuizione dell’allora sindaco Vincenzo Quadrini, attualmente ancora sindaco. Correva l’anno 2004, anche se le prime carte sono datate 2002.
Dopo aver promesso per un decennio la costruzione del secondo campo sportivo, la realizzazione di una piscina, poi quella di un Palazzetto dello Sport, dopo aver promesso, ma non realizzato nulla di queste strutture, decide di costruire una Caserma dei Carabinieri, degna di tale nome.

Chi e cosa lo abbiano consigliato, è ignoto ai comuni mortali, sta di fatto che trova una finanziaria (Locat Spa) disposta a tirare fuori € 2.394.000,00 più IVA, che compra il terreno a prezzo stellare e poi inizia i lavori con la ditta Costruzioni Generali La Rocca S.r.l. di Sora. Gli anni passano, i lavori si bloccano e, mentre è sindaco Luciano Duro, i componenti della ditta di costruzione vengono arrestati nel quadro di un’inchiesta più ampia che ipotizza infiltrazioni camorristiche nel nostro territorio.

Contestualmente la Procura della Repubblica apre un fascicolo in merito, attenzionando in particolare il costo esorbitante dell’area. Nel frattempo la Ditta inizia i lavori addirittura prima del rilascio del permesso a costruire.
La finanziaria paga la Ditta, paga e paga anche prima che i lavori vengano eseguiti per un totale di € 1.842.282,00.
Una faccenda davvero molto strana, da qualsiasi punto di vista la si voglia esaminare.

La domanda che viene spontanea è, pertanto, se la Magistratura riuscirà a comprendere perché una finanziaria paghi anticipatamente lavori non fatti, con esborsi estremamente consistenti. Nel frattempo, i nodi arrivano al pettine e la finanziaria, visto che le condizioni contrattuali glielo consentono, si rivale sul Comune. Arriviamo all’oggi; Vincenzo Quadrini e la sua maggioranza portano il Bilancio di Previsione 2015 in Consiglio e presentano il conto a tutti i cittadini di Isola del Liri: ci faranno sborsare tutti in una volta circa 900mila euro per uno scheletro di Caserma

In conclusione, strutture sportive zero, scuole non a norma, strade dissestate, nuovi servizi zero,marciapiedi indecenti e pericolosi, invece caserma dei carabinieri 900mila euro sborsati subito, per ottenere, non l’opera finita, ma uno scheletro di cemento armato! Questa è la tanto decantata capacità amministrativa di Quadrini padre e figlio. In questo contesto l’Amministrazione attuale si compiace di aver approvato un Bilancio lacrime e sangue e si concentra nel realizzare rotatorie e fontane artistiche, segno che il sindaco e la sua maggioranza hanno evidentemente ancora tanta sete!»

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA