18 settembre 2015 redazione@ciociaria24.net

Antonella Di Pucchio, un fiume in piena contro l’amministrazone Quadrini

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma di Antonella Di Pucchio, Capogruppo di Progetto Comune.

«Ad oltre un anno dal suo insediamento, l’Amministrazione Quadrini si è contraddistinta per una politica “dissennata” sul piano della gestione economico-finanziaria, per una totale incapacità a comprendere e risolvere le reali esigenze della cittadinanza. Nel Consiglio Comunale di Sora, convocato alla presenza di tutti i sindaci del comprensorio, non sono stati presenti né il Sindaco, né il vice sindaco. Questo la dice lunga sul reale interesse che hanno verso i bisogni della popolazione.

Il tutto accompagnato da un atteggiamento di “arroganza”, che sta allontanando questi amministratori dalla gente. L’apertura dell’anno scolastico è stata condizionata da una totale assenza di programmazione e di dialogo sia con la Dirigente Scolastica, sia con le famiglie. Quando il mio Gruppo Consiliare ha posto questi amministratori di fronte alle loro gravi responsabilità, l’assessore rispondendo alla nostra interrogazione sul caos in cui versa la nostra scuola, si è messa a piangere !!!

Nessuno del mio Gruppo aveva ancora preso la parola. Oggi leggo sulla stampa che la Palleschi la mette sul personale e parla di “atavico risentimento”. Per un anno i bambini di Stazione sono stati nella muffa, siamo dovuti intervenire per non far smembrare la scuola di Forli e questo sarebbe “atavico risentimento” e ancora abbiamo chiesto precise garanzie su plesso di Mazzini e finalmente almeno un piano è stato riaperto e questo sarebbe “atavico risentimento”

Abbiamo perso due classi che non si riformano una della primaria e una della secondaria, molti bambini dell’infanzia sono andati via e questo sarebbe “atavico risentimento”. Prima di buttarla sul personale, la Giunta Quadrini deve rispondere ai cittadini non solo della situazione scolastica ma anche di quella debitoria dato che stanno indebitando il nostro comune ogni giorno di più. Le questioni personali non esistono, noi stiamo agendo per il ruolo che ci è proprio, facciamo opposizione seria, costruttiva, documentata e costringiamo questa maggioranza a cambiare le decisioni impopolari e mal gestite.

Di questo i cittadini si stanno rendendo conto e sempre più si rivolgono a noi sapendo che non saranno lasciati soli. Il facile isterismo lo lasciamo a chi evidentemente non ha la capacità di sapersi assumere le responsabilità proprie di un ruolo gestionale. Il mio Gruppo rappresenta oltre 2.700 cittadini isolani. Questa amministrazione farebbe bene a confrontarsi con l’opposizione per risolvere i problemi della gente

Ma andiamo per ordine. Un’amministrazione seria, ben conoscendo le criticità degli edifici scolastici, non avrebbe mai speso soldi in fontane, dissuasori ed elargizioni varie in una Città come la nostra, afflitta da ben altri problemi. Sarebbe stato meglio spendere quei soldi per la sicurezza e messa a norma degli edifici scolastici. Vedi il caso del plesso per l’infanzia di San Carlo che resta chiuso.

Gestione economico-finanziaria dell’Ente dissennata: mutui rinegoziati due volte nell’arco di un anno, con un aggravio, in termini di maggiori interessi passivi, di circa 2 milioni di Euro, una corsa forsennata al riconoscimento dei debiti fuori bilancio lasciati in dote da Quadrini padre al figlio, in un contesto in cui il Bilancio di Previsione 2015 prevede di fare cassa sulla pelle dei cittadini con gli usi civici e i maggiori accertamenti d’imposta. Siamo preoccupati non per le lacrime dell’assessore Palleschi ma per quelle che verseranno gli isolani già entro Natale e nel prossimo futuro quando si rendereranno conto di cosa stanno combinando i nostri amministratori».

Dott.ssa Antonella Di Pucchio
Capogruppo di Progetto Comune

Menu