martedì 24 novembre 2015 redazione@isola24.it

Canone Rai: chi lo paga e chi no in provincia di Frosinone. I più onesti gli isolani. Ecco la classifica

Molto interessante il resoconto sul pagamento del Canone Rai a Frosinone e provincia riportato in un articolo a firma di Raffaele Calcabrina pubblicato stamane sul quotidiano Ciociaria Editoriale Oggi. Lo riportiamo fedelmente di seguito.

«Il canone Rai nella bolletta elettrica. La novità è un modo per limitare l’evasione. Un tempo, quando ancora non c’era il digitale, la scusa era che il segnale non era visibile in molti paesi, ora, invece, sarà la crisi economica che ha spinto tanti a tagliare dove si può pur di risparmiare qualche euro. A leggere la mappa dell’evasione del canone per la televisione, secondo dati della società Twig al 31 dicembre 2014, si scopre che i cittadini più virtuosi abitano a Isola del Liri dove non paga appena il 4,18%, Castrocielo (5,05) e Sant’Andrea del Garigliano (10,79), quindi Castelliri (11,92) e Monte San Giovanni Campano (13,22).

All’opposto ci sono tre paesi dove a non pagare è la maggioranza: a Filettino il dato si atte – sta al 56,07%, record provinciale, a Torre Cajetani al 52,98 e Acquafondata al 51,80. Appena al di sotto il 50% Santopadre, quindi intorno al 47% San Biagio Saracinisco e Terelle. Tra i centri più grandi è Cassino a vantare il tasso di evasione maggiore con il 32,21%, davanti a Ferentino (28,95) e Frosinone (25,38). Seguono Ceccano e Sora, entrambe sul 23% di evasione, mentre sotto quota 20 per cento ci sono Alatri (16,37), Veroli (15,25) e Anagni (15,23).

A livello nazionale i comuni più virtuosi, con meno del 3% di evasione, sono Siculiana (Ag), San Giacomo delle Segnate (Mn), Carzano (Tn) e Terento (Bz). La maglia nera dell’evasione con il 91% spetta a Ribordone (To), Villa di Briano (Ce) e Casal di Principe (Ce). A livello provinciale i più precisi abitano a Ferrara, Rovigo e Bolzano e i meno disposti a pagare sono a Crotone (56%), Napoli (55%) e Catania (53%).

Il bilancio Rai ha risentito del fenomeno con un calo degli introiti del 18% negli ultimi 5 anni e con un saldo negativo nel biennio tra nuovi abbonati e disdette. L’evasione Rai pesa per oltre 600 milioni di euro all’anno. Con la legge di Stabilità ora il canone arriverà direttamente sulla bolletta elettrica. La detenzione di un apparecchio è la condizione per il pagamento della tassa. Ora ovviamente andrà individuato un meccanismo che consenta a chi ha più case di pagare una sola volta. Dovrebbe bastare un’autocertificazione da inviare al gestore del servizio elettrico per essere esentato».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita