Caringi: “Insofferenza Duro-Mancini inaccettabile. Scriverò al Prefetto”. Marziale: “Riporteremo la legalità ad Isola del Liri”

“Sono senza parole”. Esordisce così al telefono il capogruppo di minoranza, Angelo Caringi, quando gli chiediamo un commento alle due sortite di Luciano Duro, la prima a mezzo stampa in tarda mattinata riguardante l’interrogazione a lui rivolta dal consigliere Ivo Urbini e la seconda nel pomeriggio tramite Facebook, nella quale ha espresso un pensiero dal titolo eloquente: ““LA CAMPAGNA D’AUTUNNO DELL’OPPOSIZIONE CONSILIARE”.

Relativamente al comunicato stampa Caringi afferma che la misura è colma: “Mi preoccupa l’insofferenza del sindaco nei confronti dell’opposizione. Come si fa a dire che Urbini sta allarmando le famiglie? E’ vergognoso che il sindaco si rivolga all’opposizione con questi termini. Urbini ha fatto una semplice interrogazione per conoscere lo stato di avanzamento di alcuni lavori, cosa normalissima. Farò una nota che invierò al Prefetto in base a questo comportamento a mio parere esagerati. Duro e Mancini sono politicamente intolleranti”.

Quanto alla nota pubblicata dal primo cittadino sul social network, il capogruppo di minoranza ribadisce ciò che ha già affermato in passato: “Il sindaco continua a ripetere, come il suo vice, che dall’opposizione non arrivano proposte. Ma dimentica che in realtà noi siamo la maggioranza della città, siamo quelli votati dalla gente, quelli che lo stesso Duro e Mancini, a casa di Serapiglia, hanno mandato a casa mettendosi d’accordo con chi le elezioni le aveva perse. Isola del Liri in questo momento tutto sembra tranne una città normale, dove la maggioranza governa e dove l’opposizione fa una funzione di controllo. E non lo sarà fino a nuove elezioni”.

MARZIALE

Sulla questione interviene anche il consigliere Lucio Marziale: “il nostro principale obiettivo – dichiara l’avvocato – resta quello di riportare LEGALITA’ e CORRETEZZA DEMOCRATICA ad isola del liri; dove oggi si trova al potere chi aveva PERSO le elezioni del 2010, e comunque chi non le avrebbe mai vinte senza il sostegno della Lista “Patto con la Città…Un nuovo inizio” e di Vincenzo Quadrini. La minoranza ribaltonista – conclude Marziale – sta applicando i nuovi e moderni princìpi della DECRESCITA, declinata nella variante INFELICE, ed infatti la città è lasciata allo sbando, senza direzione politica e amministrativa e priva dei più elementari servizi a cittadini e turisti.

Lorenzo Mascolo – Isola24

Menu