Domenico Vitale denuncia ai Carabinieri di Isola del Liri Roberto Benigni

Il sottoscritto DOMENICO VITALE, nato ad ISOLA DEL LIRI (FR) il 16/06/1949 ed ivi residente in VIA CAPITINO 24, di professione architetto, espone quanto segue:

  • In data 4 Agosto 2013 il sottoscritto si è recato a Roma per prendere parte alla manifestazione indetta dal PDL in solidarietà per Silvio Berlusconi che si è tenuta alle ore 18,00 in Via del Plebiscito.
  • Il sottoscritto si è recato a Roma in auto di amici, condividendo con loro le spese di viaggio, di autostrada e di permanenza e condividendo anche la canicola agostana che ha portato il termometro a raggiungere i 41 gradi centigradi.
  • Al sottoscritto e alle altre tre persone presenti nell’auto nessuno dell’organizzazione della manifestazione predetta ha mai versato alcuna somma né tantomeno rimborsata successivamente.
  • Il sottoscritto ha appreso dalla stampa e dal web che il noto attore ROBERTO BENIGNI, durante un suo spettacolo tenutosi a Firenze in Piazza S. Croce il giorno 06/09/2013 dal titolo “TUTTO DANTE EDIZIONE 2013”, si è lasciato andare a frasi ingiuriose e diffamatorie nei confronti dei partecipanti alla manifestazione di Roma del 04/08/2013 del tipo : “Hanno pagato tutto e tutti, sennò chissà chi ci andava !!!…”. Tale frase, pertanto, risulta gravemente diffamatoria nei confronti del sottoscritto e degli altri partecipanti che hanno aderito liberamente e senza alcun “compenso” e/o “rimborso” alla manifestazione di domenica scorsa.

Tutto ciò premesso, il sottoscritto sporge formale denunzia-querela nei confronti del sig. ROBERTO BENIGNI, nato a Castiglion Fiorentino il 27/101952 e con residenza da identificare, per le gravi e pesanti accuse diffamatorie rivolte all’istante ed ai partecipanti alla manifestazione indetta dal PDL il giorno 4/8/2013 a sostegno di Silvio Berlusconi e in special modo contro le accuse rivolte al sottoscritto e alle persone presenti nell’auto che hanno pagato a proprie spese il viaggio e la permanenza a Roma.

Il sottoscritto chiede, pertanto, la punizione ai sensi di legge nei confronti del sig. ROBERTO BENIGNI per il reato di cui all’art. 595 C.P. e per altri eventuali reati che verranno individuati dall’Autorità Giudiziaria. Il sottoscritto, inoltre, chiede di essere avvertito, ai sensi degli artt. 405 e 408 c.p.p., nel caso in cui venga richiesta la proroga del termine delle indagini preliminari o l’archiviazione della presente querela. Si oppone fin d’ora all’eventuale richiesta di emissione decreto penale di condanna ai sensi dell’art. 459 comma 1 c.p.p.

Arch. Domenico Vitale

Menu