2 novembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Il congresso del PD di Isola del Liri finisce sul quotidiano “La Repubblica”

Anche il quotidiano “La Repubblica”, in un articolo di oggi a firma di Sebastiano Messina e dal titolo “File piene di immigrati e avversari nella guerra tra potentati locali il Pd diventa terra di avventurieri”, parla del caso dei congressi del PD in Ciociaria e si sofferma su quanto avvenuto ad Isola del Liri:

… Ma è a Isola del Liri che si arriva allo scontro aperto. Qui il garante inviato dal partito porta 200 tessere. Dovrebbero bastare, visto che l’anno scorso c’erano 86 iscritti. E invece no. Ad aspettare il garante c’è una lunga fila davanti alla porta del circolo, ma c’è anche qualcuno, dentro la sala, che intanto ha già preparato delle quasi-tessere: con la fotocopiatrice. Fuori ci sono 250 avversari del sindaco Luciano Duro, dentro i suoi sostenitori. Il consigliere comunale Lucio Marziale accusa: «Centinaia di persone in coda lasciate senza tessera, mentre nella sala congressuale spuntavano tessere irregolari». Replica il sindaco: «Chiedevano la tessera in maniera arrogante e violenta un numero consistente di oppositori della mia maggioranza, tra cui tre rappresentanti provinciali dell’Udc, con l’unico scopo di inquinare e sovvertire un serio, profondo e tranquillo dibattito ». Le tv locali riprendono il pasticcio delle tessere fotocopiate, volano gli insulti e a tutto si assiste tranne che al «serio, profondo e tranquillo dibattito » evocato dal sindaco. Risultato: il congresso è sospeso …

Fonte: La Repubblica del 02/11/2013

Menu