martedì 18 dicembre 2012

ISOLA DEL LIRI: Emergenza Sanità, manifestazione dei sindacati CGIL-CISL e UIL provinciali. Presente anche Duro

Organizzata dalle sigle sindacali CGIL, CISL e UIL provinciali, si è tenuta a Frosinone, questa mattina (18 dicembre 2012), una mobilitazione a salvaguardia della sanità pubblica e privata per quanto riguarda la provincia di Frosinone. Ha preso parte alla manifestazione, in rappresentanza del  comune di Isola del Liri, il vice sindaco Angela Mancini, delegata dal sindaco Luciano Duro. Già ieri, lunedì 17 dicembre, per scongiurare la prevista chiusura delle strutture sanitarie private con meno di 80 posti letto, il sindaco Luciano Duro ha partecipato all’incontro che si è svolto presso la Clinica S. Anna di Cassino dove erano presenti, oltre le sigle sindacali, gli amministratori locali e i proprietari delle quattro strutture: Clinica S. Anna e Villa Serena di Cassino, Villa Gioia di Sora e la Casa di Cura  S. Teresa di Isola del Liri.

“Tutta la sanità provinciale, sia pubblica che privata, è in una situazione di vera emergenza, dichiara il vice sindaco Angela Mancini. Sono a rischio le prestazioni che garantiscono i servizi assistenziali  alla persona e numerosi posti di lavoro. Per questi motivi l’amministrazione comunale che rappresento, aggiunge Angela Mancini,  aderisce all’iniziativa dei sindacati provinciali ed è presente, dinanzi la prefettura di Frosinone, per consegnare al Prefetto Eugenio Soldà un documento di proposte del Sindacato Confederale sulla Sanità in provincia di Frosinone, da presentare al Commissario Bondi. Non possiamo permettere che  i nostri cittadini siano costretti a recarsi presso strutture ospedaliere della Capitale o peggio ancora, fuori regione, per un diritto, quello all’assistenza sanitaria, che va tutelato e che non può essere negato a nessuno.

Le nostre strutture, conclude il vice sindaco, sono state ampiamente colpite e il territorio penalizzato con la chiusura degli ospedali di Isola del Liri e di Arpino. Non vi è stata, inoltre, la riconversione promessa: l’hospice a Isola del Liri non è stato ancora aperto e l’Ospedale di Sora SS. ma Trinità, che doveva essere potenziato, rischia oggi la chiusura di alcuni reparti tra i più importanti. Anche la chiusura della Casa di cura privata S. Teresa, sarebbe una perdita gravissima per la città e per tutto il territorio che ne riconosce la sua  alta specializzazione soprattutto per quanto riguarda  l’ortopedia. Completamente ristrutturata, ha subito un forte ridimensionamento dei posti letto  mentre negli anni passati aveva garantito assistenza sanitaria altamente qualificata.”

Menu