lunedì 13 febbraio 2017 redazione@isola24.it

ISOLA DEL LIRI – Il Comitato Quartiere San Lorenzo per le nuove norme sulla sicurezza urbana

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma dei membri del Comitato Quartiere San Lorenzo Isola del Liri

«Il Comitato di Quartiere San Lorenzo ha appreso con fiducia e soddisfazione la notizia relativa alla presentazione del Decreto Sicurezza Urbana siglato dal Ministro degli Interni Marco Minniti e dall’ANCI. Il testo è stato definito dallo stesso Minniti «un grande patto strategico tra Stato e poteri locali» e andrà ad esplicarsi per mezzo di 18 articoli. Tra questi alcuni risultano particolarmente interessanti se letti in un’ottica locale facente riferimento alla realtà di Isola del Liri, oggi fortemente degradata.

Ad essere sanzionati infatti (le multe oscilleranno tra le 300 e le 900 euro) secondo le direttive del Decreto, saranno tutti coloro che andranno a ledere «il decoro urbano o la libera accessibilità o la fruizione di infrastrutture (ferrovie, aeroporti, ecc.), luoghi di pregio artistico, storico o interessati da flussi turistici, anche abusando di alcolici o droghe, esercitando la prostituzione in modo ostentato, esercitando il commercio abusivo o facendo accattonaggio molesto».

Il decreto inoltre «affida al giudice la possibilità di disporre il ripristino o la ripulitura dei luoghi o risarcimento, per chi deturpa o imbratta beni immobili o mezzi di trasporto pubblici o privati». Infine, ma ci auspichiamo che mai tale provvedimento dovrà essere preso – quanto meno in ambito locale- «per chi si è ripetutamente reso protagonista di lesioni al decoro urbano scatterà il Daspo urbano, l’allontanamento fino a 12 mesi. Stessa misura, ma per un periodo da 1 a 5 anni, per chi spaccia droga nelle discoteche e locali di intrattenimento».

Il Decreto Minniti dunque sembra rispondere perfettamente alle tante esigenze della nostra Città e nello specifico della popolazione residente nel Centro Storico. Va purtroppo nuovamente ribadito che le condizioni in cui versa quest’ultimo rimangono, anche a seguito delle rassicurazioni da parte degli Amministratori, assolutamente critiche e in forte contrasto con una efficace politica di rilancio culturale e turistico della città. Permangono infatti le problematiche relative al vandalismo notturno (edifici storici come palazzi privati e luoghi di culto imbrattati da vernici spray e rifiuti; danneggiamento di automobili e moto), alla mancanza di regolamentazione dei parcheggi, alla presenza di micro-discariche abusive di rifiuti e di guano e ratti, veicoli di agenti infettivi.

Si segnalano poi continuamente schiamazzi notturni legati proprio all’uso di alcool e stupefacenti. Particolarmente grave è inoltre la presenza di enormi cumuli di materiale eterogeneo e pericoloso derivati dal crollo dei solai di due abitazioni presenti nei Vicoli III e IV di Via Cascata (in piena zona turistica). Oltre ad essere assolutamente indecorosi nell’ottica della già citata conversione turistica della Città, questi rappresentano un grande rischio per i bambini che nelle strade del centro storico giocano (i detti cumuli infatti sono per lo più costituiti da materiale ferroso arrugginito, vetri e frammenti di mobilio appuntiti).

E’ dunque auspicabile che l’Amministrazione Comunale adotti quanto prima le misure indicate dal decreto Minniti. Per fare ciò sarà necessario – tra i tanti provvedimenti – dotare il Centro Storico, come ripetutamente richiesto dai residenti e da questo Comitato, di un adeguato impianto di video-sorveglianza affinchè sia possibile identificare con facilità gli individui (siano essi isolani o meno) responsabili dei continui atti che stanno compromettendo il presente e il futuro della nostra amata Città».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA