lunedì 29 febbraio 2016 redazione@isola24.it

«Isola del Liri in balia di sporcizia, droga e alcool». Mancini approva sferzata Mons. Di Stefano

«Le parole di don Alfredo Di Stefano colgono nel segno. Non si può restare indifferenti o addirittura tollerare che un intero centro storico sia lasciato in balia della sporcizia, degli schiamazzi notturni, dello spaccio di droga e dell’alcool somministrato senza limiti. L’installazione di telecamere non è servita a molto. Tutti sanno che dalle ore 20,00 in poi, quando ha termine il servizio della Polizia Locale, la città di fatto non ha controlli.

La situazione a mio parere è stata aggravata dall’ordinanza del sindaco Quadrini che ha concesso agli esercenti di restare aperti fino alle tre del mattino. Come mai il sindaco ha fatto questa scelta? Dovrebbe spiegarlo ai cittadini, alle famiglie e alle Forze dell’ordine che di certo non lo hanno spinto a fare una scelta del genere.

Monsignor Di Stefano ha colto nel segno e ha compreso che la nostra comunità ha bisogno di servizi, di biblioteche, di parchi, di strutture sportive. Una comunità non vive di notte, non vive solo di locali notturni, non vive solo di movida. Per questi motivi credo che l’Amministrazione Quadrini debba investire in opere utili e necessarie alla nostra comunità ed in particolare necessarie ai giovani».

Angela Mancini
Consigliere Comunale
Già Vice Sindaco

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA