5 settembre 2014 redazione@ciociaria24.net

Isola del Liri: in vendita prezioso quadro del ‘700 raffigurante la cascata

«si tratta di una occasione storica, senza tema di esagerare o di ingigantire»

Nelle prossime due settimane va in vendita al pubblico incanto al di là delle Alpi un quadro dipinto da celebre artista del 1700 raffigurante la Cascata Verticale di Isola del Liri. Questo quadro che misura circa 70×90 cm ha un fratello gemello in quanto l’artista dal medesimo punto di osservazione, dipinse anche la cosiddetta Cascata del Valcatoio o obliqua o delle cascatelle. E tale gemello si trova presso famoso Museo di Parigi. Il dipinto in vendita, rispetto all’altro, ha la particolarità di essere animato, come si può vedere: si nota perfino un gruppetto di donne in costume ciociaro: sembra di avere davanti agli occhi una immagine fotografica talmente impressionante la naturalezza della visione.

Il punto di osservazione scelto dall’artista è originale e nuovo in quanto si trova in una posizione che lo mette in condizione di avere una visione completa non solo del Castello Viscogliosi e della Cascata quanto anche di tutta l’isola visibile. Come si sa le Cascate di Isola sono state nei secoli passati meta ripetuta di artisti di ogni nazionalità in quanto si trattava di spettacolo naturale unico in Europa, quello di due maestose cascate nel centro di una città. Ma oggi e da molti anni, tale posizione unica è stata cancellata in quanto la Cascata cosiddetta del Valcatoio è stata ammutolita e messa in castigo a mezzo di una mordacchia che il Comune ancora oggi accetta che rimanga imposta, a danno dei cittadini e della civiltà…

10641010_10203645350473157_1321587617688985304_n

Il quadro di Isola in vendita e qui illustrato è da considerare il dipinto più importante e più significativo di tutti quelli conosciuti: si tratta di una occasione storica, senza tema di esagerare o di ingigantire, quindi storica è pure la responsabilità principalmente delle istituzioni tutte, sia più interessate sia meno, ma anche di qualche illuminato privato cittadino.

Il prezzo del quadro credo corrisponda a quello di tre o quattro metri cubi di cemento armato o a quello di poche decine di metri quadri di asfalto parlando il linguaggio istituzionale ben noto oppure equivalente a quello di una media utilitaria, quindi corrispettivo più che modesto tenendo presente la bontà e la unicità dell’opera d’arte in questione. Che si restituisca dunque ai cittadini e non solo di Isola.

Michele Santulli

Menu