Isola del Liri, mensa e traporto scolastico: ecco le tariffe 2014/15 e le modalità di iscrizione

In vista della prossima apertura delle scuole, l’Ufficio Istruzione del comune di Isola del Liri mette a disposizione i modelli relativi alle domande per i servizi di refezione e di trasporto scolastici relativi all’anno scolastico 2014/2015, modelli che posso essere reperiti anche on-line sul sito istituzionale www.comune.isoladelliri.fr.it, nell’apposita sezione “Servizio VI”, o ritirati presso gli uffici istruzione e relazioni con il pubblico.

La Giunta Municipale, ha dichiarato l’Assessore all’Istruzione Laura Palleschi, ha deliberato le tariffe per l’anno scolastico 2014/2015. Sono state confermate le tariffe attualmente in vigore relativamente al servizio di Asilo Nido che variano a seconda del reddito ISEE e dell’orario di permanenza presso la struttura.

Per quanto riguarda il servizio di refezione scolastica la contribuzione da parte degli utenti, differenziata in base al valore ISEE 2013, è pari a € 2,50 per i redditi ISEE da € 0 a € 12.600,00 e pari a € 3,00 a pasto per coloro che abbiano un reddito ISEE superiore a € 12.601,00. E’ prevista la possibilità di chiedere l’esenzione da parte di chi è componente di un nucleo familiare assistito dai Servizi Sociali comunali, ricompresi negli elenchi ex-eca con un reddito ISEE pari a zero o componente di un nucleo familiare con minore portatore di handicap psico-fisici riconosciuti dalla ASL con percentuale non inferiore al 74%.

In materia di trasporto scolastico il contributo mensile, stabilito dall’Amministrazione Comunale, varia in base alla situazione economica delle famiglie risultante dal valore ISEE calcolato con riferimento ai redditi dell’anno 2013. Il costo mensile va da un minimo di € 13,50 per chi appartiene alla prima fascia ad un massimo di € 36,00 per chi appartiene alla quinta fascia.

Per gli utenti che non richiedono l’applicazione della tariffa agevolata, non presentano la D.U.S., il costo del servizio di trasporto scolastico sarà di € 37,00. Può chiedere l’esenzione chi è componente di nucleo familiare assistito dai Servizi Sociali comunali, ricompresi negli elenchi ex-eca con un reddito ISEE pari a zero e chi è componente di un nucleo familiare con un figlio minore portatore di handicap psico-fisici con percentuale non inferiore al 74% .

Menu