Isola del Liri raccontata dagli isolani, 2° appuntamento con Don Dante Gemmti

“… non tagliate le radici!” Un invito che sa di antiche consuetudini, che rimandano ad attività contadine ma la saggezza che sembra semplice è invece di grande spessore culturale, umano, sociale. È Don Dante Gemmiti che, alla fine della sua chiacchierata, risponde all’ultima domanda, quando gli viene chiesto appunto un consiglio per le nuove generazioni. Un Don Dante inedito quello che ha catalizzato l’attenzione di tanti isolani che venerdì scorso hanno assistito al secondo incontro del programma: “la cronaca, i ricordi, la storia” presso il premiato cinema Liri di via Cascata.

Le domande si sono susseguite, dagli anni dell’infanzia, mentre scorrevano le foto di tempi antichi e più recenti, a seguire fino agli anni duri della città delle cascate. E qui il nostro illustre ospite ha dato una versione di sé nuova, profonda, con sentimenti che, sgorgando dal cuore, hanno coinvolto la platea riportando il pensiero ad episodi che, se avessero preso altre pieghe forse la nostra bella città avrebbe avuto ben altro sviluppo.

Tempi difficili, quelli delle crisi delle cartiere quando una intera città è rimasta senza risorse e senza mezzi per combattere una situazione insostenibile che ha visto un paladino al fianco degli operai, appunto don Dante che, con i mezzi che aveva, si è messo al capo della protesta caduta purtroppo nel vuoto. Uomo d’altare che sa rimboccarsi le maniche, così è stato definito dall’intervistatore, Riziero Capuano, definizione in cui il nostro si è ritrovato in pieno raccogliendo i pensieri degli anni trascorsi.

Un ideatore, imprenditore, padre e madre di una nuova chiesa, San Carlo, nata in un quartiere nuovo, per famiglie in crescita e per una comunità che si raccoglie nel complesso che è chiesa, parrocchia ma anche centro di accoglienza, di vicinanza a giovani ed anziani, di attività sociali e culturali. Una creatura del nostro don Dante che dalla esperienza come docente ha tratto grande ispirazione per sé e per i suoi parrocchiani. Tanti i libri scritti, tanti gli aneddoti ricordati, quando il divertimento era fatto di piccole cose.

Una platea interessata con un parrocchiano d’eccezione, il Sindaco Vincenzo Quadrini che, accompagnato dall’Assessore Laura Palleschi e dal Presidente del Consiglio Vincenzo D’Orazio, ha seguito tutta la serata organizzata dalla vivace Pro Loco isolana. A conclusione di questo appuntamento il saluto del direttivo della Proloco che, con il suo il vice presidente Riccardo Spalvieri, le consigliere Erica Gabriele e Lara Loffreda, hanno portato il saluto del presidente Lorenzo Mezzone conferendo a don Dante Gemmiti la tessera onoraria di socio della Pro Loco di Isola del Liri insieme ad un gentile pensiero floreale. La conclusione, affidata all’animatore è stata improntata per l’invito al prossimo incontro, previsto per il giorno 15 aprile prossimo, alle 18.30 sempre presso il Premiato Cinema Liri, gentilmente messo a disposizione dalla Piccole Francescane della Chiesa.

12931021_1140264696004425_6048916631149680082_n 12946802_10206459298062378_1305467380_o 12953026_10206459298102379_1584614668_o

Menu