venerdì 5 agosto 2016 redazione@isola24.it

Isola Liri Calcio fuori dalla Serie D: «Cronaca di una morte annunciata»

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma dei consiglieri comunali di Isola del Liri, Antonella Di Pucchio, Angela Mancini, Giorgio Trombetta, Mauro Tomaselli.

«Cronaca di una morte annunciata. Dallo scorso anno l’Amministrazione Quadrini ha iniziato ad essere ostile verso la dirigenza dell’A.C. Isolaliri. Un’azione di vera e propria guerriglia prolungata anche se sotterranea che ha portato come conseguenza estrema, la sparizione della nostra gloriosa società calcistica. L’elemento che ha fatto precipitare la situazione è che sei giorni prima che scadesse l’iscrizione alla Lega Naz. Dilettanti, Serie D , l’Amministrazione Quadrini ha affidato lo Stadio Nazareth alla gestione privata, stracciando in tal modo la convenzione che da anni aveva concesso in gestione l’impianto sportivo alla squadra di calcio. Questo è stato l’elemento che ha definitivamente allontanato la possibilità di iscrivere la squadra al campionato. Infatti l’Amministrazione Quadrini non ha mantenuto le promesse fatte in precedenza , ha interrotto ogni dialogo, ha scritto in tal modo, una delle pagine più nere per gli sportivi isolani. La città subisce l’ennesima umiliazione.

Decenni di impegno e sacrificio di presidenti come Vanni Miacci, Marcello Zaccardelli, Vittorio Brandolini, Edoardo Elia, Giuseppe Martellacci, Paolo Di Pucchio, Pasquale D’Angelo, Vittorio Massaroni, Domenico Fiore, Marcello Costantini, sono stai vanificati in un solo giorno. L’invisibile Assessore allo Sport, Sara D’Ambrosio, è rimasta tale. Invisibile in città, invisibile per gli sportivi, del tutto muta in Coniglio Comunale. Questi amministratori hanno di fatto condannato a morte l’A.C. Isolaliri, nel silenzio più completo. I tifosi hanno denunciato “lo sgombro in un solo giorno dei locali dello stadio e persino la cacciata dei trofei”, ma hanno anche espresso tutto il loro sdegno sui social network.

Il Gruppo Consiliare, Progetto Comune, registra l’ennesimo schiaffo alla città dato da una maggioranza sempre più lontana dalla gente, sempre più lontana dalla società, sempre più sorda, chiusa e distante. L’assessore allo sport, Sara D’Ambrosio, assessore invisibile, evanescente, distratta e assente, a questo punto, sarebbero un atto dovuto. Ora bisogna pensar a come ricostruire da subito, spazi per lo sport e per ridare vita ai colori della nostra squadra di calcio. Di certo non faremo mancare il nostro impegno. I tifosi intanto hanno detto chiaro agli Amministratori: “ Ricordatevi: ISOLA NON DIMENTICA “».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA