lunedì 18 novembre 2013 redazione@isola24.it

Isola Liri Calcio: LA FAVOLA CONTINUA! (di Alessandro Iacobelli)

Partita in bilico fino al termine. La rete decisiva è dell’esordiente Cirelli. Nella ripresa Giglio colpisce il palo su calcio di rigore.

Al cospetto della corazzata Lupa Roma, la compagine isolana non è parsa per nulla intimorita riuscendo a strappare un’altra magnifica vittoria. La truppa romana, nomi alla mano, incute non poche paure. Diamoutene, Raffaello e Leccese solo per citarne alcuni.

I ragazzi di mister Alessandro Grossi, dopo il buon pareggio di Budoni, conquistano tre punti preziosissimi. Per quanto riguarda lo schieramento tattico, il solito 4-3-1-2 subisce soltanto qualche variazione negli interpreti. Della Pietra prende il posto di Caldaroni tra i pali. Franzese viene spostato sulla linea difensiva in sostituzione di Berardi e Cirelli bagna il suo esordio posizionandosi a centrocampo. Basilico opera dietro Giglio e Caligiuri. La Lupa Roma, allenata da mister Alessandro Cucciari, sceglie il 3-5-1-1. Diamoutene, ex Lecce e Roma, è il perno in difesa. Gli esterni sono Perrulli e Masciantonio. Raffaello, Capodaglio e Cerrai assicurano contemporaneamente tecnica e interdizione al centro. In avanti Tajarol è supportato dal fantasista argentino Chiesa.

Gli ospiti conservano il predominio territoriale per tutta la gara, senza però creare eccessivi grattacapi ai padroni di casa, tranne in rare circostanze. La prima occasione, però, è della Lupa. Al 3’pt, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Perrulli si libera ottimamente per la conclusione. Della Pietra risponde con sicurezza. I biancorossi superano i patemi iniziali ed al 12’pt trovano il gol del vantaggio. Calcio di punizione dal limite sinistro dell’area di rigore. Alla battuta si porta Caligiuri. Il numero 11 pennella un assist al bacio per la testa del giovane Cirelli che di testa trafigge Di Loreti.La doccia fredda non scompone la squadra ospite. L’uomo più attivo è sicuramente Perrulli. Il numero 8, con la sua velocità, arriva sovente per eseguire insidiosi traversoni.

Nel primo tempo le occasioni fioccano da entrambe le parti. Al 14’pt per poco Di Loreti e Diamoutene non combinano la frittata a causa di un disimpegno impreciso. Caligiuri non riesce ad approfittarne. Un minuto più tardi i romani sfiorano il pari. Capodaglio serve alla perfezione Chiesa in piena area avversaria. Il numero 10 tira di sinistro a colpo sicuro, ma Ciro Pozziello salva sulla linea. Al 27’ Caligiuri invita alla conclusione Cirelli. Il destro di prima intenzione dell’interno biancorosso si spegne ampiamente sul fondo. Ancora un tiro dalla distanza di Giglio, al 40’pt, termina alto sopra la traversa. Allo scadere dei primi quarantacinque minuti gli uomini di mister Cucciari vanno nuovamente vicini alla rete. Azione personale di Masciantonio sulla fascia mancina. Sul successivo cross si avventa Tajarol. La punta capitolina in ottima posizione sciupa clamorosamente.

All’inizio della seconda frazione di gioco L’’arbitro, Enrico Montanari di Ancona, fischia un calcio di rigore in favore dell’Isola Liri. Accade tutto all’8’st, quando Giglio viene atterrato in piena area. Lo stesso Giglio, con il destro, colpisce il palo a portiere spiazzato. Al  16’st Perrulli chiama ad un grande intervento Della Pietra su calcio di Punizione. Nell’ultima mezz’ora gli ospiti costringono la squadra di casa a rintanarsi in difesa. Al 40’st Diamoutene svetta di testa sul calcio d’angolo di Scibilia. La sfera, però, si infrange sull’esterno della rete.

Dopo cinque minuti di recupero il direttore di gara decreta la fine del match. L’esplorazione nei piani alti della classifica continua per L’Isola Liri. Domenica prossima trasferta sempre in Sardegna in casa del Latte Dolce. Dove arriveranno i biancorossi? <<Ai posteri l’ardua sentenza>>.

ISOLA LIRI: Della Pietra, Zeppa, Pozziello Ciro, De Luca, Terra, Cirelli (Graziani 35’st), Basilico, Franzese(C), Giglio, Pozziello Raffaele (Petrarca 23’st), Caligiuri (Cardazzi 13’st). A disposizione: Caldaroni, Berardi, Bianchi, Gabriele, Rotondi, Fiorini. All. Alessandro Grossi.

LUPA ROMA: Di Loreti, Pasqualoni, Celli, Capodaglio, Cerrai (Santarelli 11’st), Diamoutene, Masciantonio (Scibilia 1’st), Perrulli, Tajarol, Chiesa, Raffaello (Leccese 14’st). A disposizione: Di Filippo, Forti, Martorelli, Luciani, Faccini, Morini. All. Alessandro Cucciari.

MARCATORI: Cirelli (IL) (12’pt).

AMMONITI: Capodaglio (LR), Pasqualoni (LR), Pozziello Raffaele (IL), Raffaello (LR) (per simulazione), Celli (LR), Giglio (IL), Zeppa (IL).

TERNA ARBITRALE: Arbitro: Sig. Montanari Enrico (Ancona); Ass.1: Sig. Blasi Alessandro (Jesi); Ass.2: Sig. Vitaloni Graziano (Jesi).

NOTE: Spettatori 400 circa. Giornata nuvolosa ma non fredda. Terreno in discrete condizioni. Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuti di silenzio per commemorare le figure di Vittorio Brandolini, ex presidente della società isolana, e Raimondo D’Inzeo, oro nell’equitazione alle olimpiadi di Roma nel 1960. L’Isola Liri ha indossato il lutto al braccio proprio in ricordo di Vittorio Brandolini, deceduto nei giorni scorsi.

Alessandro Iacobelli – Isola24

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA