domenica 12 aprile 2015 redazione@isola24.it

“Le Aree industriali dell’Alta Terra di Lavoro”. Martedì 14 ad Isola si parlerà della nostra “vera” storia

Si terrà martedì 14 aprile alle ore 15,00 ad Isola del Liri presso l’auditorium New Orleans in piazza San Francesco il Convegno “Le aree industriali dell’alta Terra di Lavoro: il loro riuso con le tecniche del GIS e dell’intelligenza artificiale”. L’evento,particolarmente interessante per la portata innovativa dei contenuti scientifici e le prospettive di crescita e sviluppo del territorio frusinate , è promosso dall’Università La Sapienza di Roma in partnership con Profetica, Cooperativa di servizi professionali con sede a Sora, ed il Comune di Isola del Liri.

Hanno collaborato alla organizzazione la Fondazione Ordine Ingegneri provincia di Frosinone,l’Ordine degli Ingegneri Frosinone,il Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della provincia di Frosinone,il Centro Regionale Laziale di Studi Urbanistici, la società Golem ICT e la Banca del Fucino.
Ragguardevole il parterre dei relatori : i Proff. ,Carlo Cecere Antonio Cappuccitti, Edoardo Currà , Alessandro Cutini, Antonio Fioravanti, il Dottore di Ricerca Elisabetta Leggieri e la Dottoranda Silvia Gargaro della Università Sapienza di Roma, l’Arch. Stefano Manlio Mancini della sezione Campania dell’AIPAI e l’Ing. Arturo Bonetti,Responsabile Golem ITC .

Porteranno il proprio saluto il Sindaco di Isola del Liri, Sig. Vincenzo Quadrini, l’Assessore alla Cultura, Avv. Lucio Marziale , il Prof. Antonio D’Andrea, Direttore del D.I.C.E.A e l’Ing. Bernardo Bartolomucci, Vicepresidente dell’Ordine degli Ingegneri di Roma . Coordina i lavori l’Avv. Francesco Rabotti, A.U. di Profetica
L’evento, vuole essere un momento di confronto sugli strumenti, le metodologie, le politiche e le esperienze relative al rapporto tra gli edifici esistenti ed il loro riuso, focalizzando l’attenzione sul tema dell’uso degli attuali supporti informatici (come il GIS) e le tecniche dell’Intelligenza Artificiale per cercare le strategie più consone per il riuso delle aree industriali dismesse .

“E’ una opportunità –spiega Rabotti – di elevato valore scientifico ed operativo che abbiamo voluto offrire,grazie alla generosa disponibilità dell’Università La Sapienza di Roma, ai tecnici professionisti ed agli amministratori locali del nostro territorio,per consentire loro di prepararsi al meglio per svolgere, con cognizione di causa e competenza, mercè l’ausilio della ricerca più avanzata,la loro missione istituzionale,ricordando che le ali sono sempre collegate alle radici “. Il Convegno – aggiungono Fioravanti e Gargaro- trae origine da un evento piuttosto raro nel panorama della ricerca italiana: un incontro tra Culture di ricerca tradizionali, problemi legati al Territorio e alle sue dinamiche, e punte avanzate di innovazione scientifica. Il convegno illustra come gli studi effettuati sul patrimonio industriale della Ciociaria, segnatamente le cartiere, insieme con le tecnologie ICT e gli aspetti pratici legati alla gestione e il loro riuso nel territorio possano trovare un punto di sintesi.
Nel convegno saranno esaminate le proposte per l’uso efficace e integrato delle tecnologie GIS (Geographic Information System), di tecniche facilmente implementabili di AI (Artificial Intelligence) e di aspetti legislativi.
Infine gli organizzatori fanno sapere che la partecipazione è gratuita e che i partecipanti appartenenti all’Ordine degli Ingegneri ed al Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati della provincia di Frosinone avranno il riconoscimento di n. 3 crediti formativi.

Arpino (FR),11 aprile 2015
FRANCESCO RABOTTI

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA