Massimiliano Quadrini torna sulla scena politica con una dura critica all’amministrazione Duro

Ormai è da diverso tempo che la “Amministrazione Comunale” di Isola del Liri, conosciuta sull’intero territorio provinciale come ribaltonista”, cerca – peraltro senza  riuscirci – di diffondere notizie totalmente false e velleitarie in relazione  alle OO.PP. degli ultimi anni;    rimane comunque il fatto che anche in “politica” tutto ha un limite.

E’ paradossale come, attraverso la menzogna, si cerchi “disperatamente” di cambiare anche la storia della nostra città rispetto a chi – a mio modesto avviso – ha ben operato nel “pubblico” e chi, invece,  è riuscito a fare per la città – ormai da due anni –  “MENO DI NULLA” : è per questo che opere pubbliche che si stanno portando a termine, insieme ad altre che stanno per iniziare, si cercano di far passare come obiettivi raggiunti da una amministrazione che,  dopo aver calpestato la volontà popolare col ribaltone (minoranza nella città e maggioranza nella sede comunale)   non riesce a governare se non per interessi particolari e di poltrona, allontanandosi sempre più dalla gente che ha ormai perso definitivamente ogni riferimento di carattere politico-amministrativo.    Secondo il Sig. Duro “è la città che lo vuole”; NOI GLI MANDIAMO A DIRE CHE SIAMO PRONTI – quando, dove vuole e con chi vuole – AD UN CONFRONTO PUBBLICO.

In ogni caso, per mero senso del dovere, non fosse altro perché già amministratore della mia città, seppur per un breve periodo a causa della trovata  ribaltonista -, debbo precisare quanto segue.

Fino ad oggi nemmeno un euro di finanziamento è stato ottenuto da  questa maggioranza consiliare – minoranza nel paese – che continua ad illudersi di poter governare Isola del Liri.

Tutti i finanziamenti riguardanti le opere pubbliche – di cui oggi continuano a  pavoneggiarsi  alcuni assessori – sono esclusivamente opera sia della Amministrazione Quadrini (2000-2010), sia di quella Amministrazione – eletta a stragrande maggioranza dal Popolo isolano nel marzo 2010 – nella quale – prima del tradimento ribaltonista – il sottoscritto con assoluta lealtà ed onestà, è stato Vice-Sindaco e Assessore ai LL.PP.  .

SOLO ALCUNI ESEMPI:

TEATRO COMUNALE PERMANENTE

Un’opera finanziata e voluta fortemente dall’amministrazione Quadrini.   Oggi ci vuole una bella faccia tosta a sottolineare l’importanza e la strategicità – sotto l’aspetto socio-culturale – di un “teatro permanente” ad Isola del Liri quando molti amministratori attuali all’epoca erano contrari alla realizzazione di un così importante investimento.    Oggi – vergognosamente – si cerca persino di far apparire che l’attuale amministrazione abbia dovuto superare procedure sbagliate per portare a termine l’importante opera.   Sotto questo aspetto nessun problema legato al Comune ha mai compromesso la realizzazione e la messa in funzione del teatro;  anche qui, si cerca di nascondere che lo slittamento della chiusura del cantiere e della riconsegna dell’opera sia stata  dovuta  esclusivamente alle scarse risorse finanziarie della Regione, la quale non riusciva ad erogare le somme nei tempi programmati, nonostante l’avvenuta rendicontazione nei tempi richiesti.

FINANZIAMENTI ED INTERVENTI SULLE SCUOLE

ASILO NAZARETH:  Un fiore all’occhiello per Isola del Liri, un’opera voluta fortemente e totalmente finanziata  con l’amministrazione Quadrini.

Messa in sicurezza ed adeguamento sismico  SCUOLE  FORLI, MATERNA STAZIONE e MAZZINI:   opere volute e finanziate dalla maggioranza uscita dalle elezioni del 2010 (prima del ribaltone), nella quale lo scrivente era Vice-Sindaco e Ass. ai LL.PP. .   Furono messe in campo molteplici risorse, operando in stretta collaborazione con la Giunta Regionale del Lazio, al fine di centrare l’obiettivo di qualificazione ed identificazione dei relativi progetti quali  “PROGETTI PILOTA”  per l’adeguamento sismico delle scuole in tutta la Regione Lazio.      Opere importanti, quindi, che non trovarono allora la giusta sensibilità e lungimiranza politico-sociale di coloro che – qualche tempo dopo – si sarebbero improvvisati protagonisti di un vergognoso  RIBALTONE  esclusivamente per amore di “poltrone”.    Se da un lato si può comprendere l’ignoranza in materia di alcuni “amministratori”,  diventa, dall’altro lato,  insopportabile che un primo cittadino possa denigrare progetti di estrema importanza per la “sicurezza” delle scuole.   Diventa ancora più assurdo e senza alcun senso né morale, né pragmatico, se poi, contestualmente, il futuro Capo Ribaltonista auspicava di poter cancellare importanti pezzi di storia della città  per realizzare un mega progetto relativo ad un imprecisato Campus Scolastico.    Un Sindaco – minimo – dovrebbe pur domandarsi:     Dove realizzarlo?   In quanto tempo?    Con quali soldi,  visto che la Regione  non contemplava, come tutt’ora non contempla,  contributi per la realizzazione “ex novo” di complessi scolastici …  ?    E ancora, come e dove, nel frattempo si sarebbe dovuta svolgere  l’attività didattica?

PUBBLICA ILLUMINAZIONE  (€ 154.000,00)  –     Finanziamento ottenuto dalla maggioranza uscita dalle elezioni del 2010 (prima del ribaltone), il cui progetto  – condividendo ciò con la Provincia di Frosinone e col Comitato di Quartiere –   sarebbe andato ad illuminare  la strada di Via Capitino – strada peraltro molto pericolosa se lasciata al buio –  dalla quale – per lunghi tratti –  si può godere della vista della Cascata Grande, rendendo ancora più suggestiva la nostra città.  Oggi, chi ama tanto il “bene comune” ha deciso di rinunciare a questa importante opportunità che, oltre  a valorizzare uno dei più importanti quartieri di Isola del Liri – avrebbe messo un altro importante tassello verso la riconversione turistica della nostra città.

SICUREZZA STRADALE ZONA SELVA   –  Finanziamento regionale ottenuto dalla maggioranza uscita dalle urne nel marzo 2010, attraverso un importante lavoro di programmazione e di “impegno politico”.   Del resto,  l’Amministrazione uscita vincente dalle elezioni del 2010,  decise di inserire tra le priorità  la sicurezza di una zona troppo nota per continui e gravi incidenti  (alcuni dei quali mortali).

Come emerge da qualche quotidiano locale,  PER L’ATTUALE AMMINISTRAZIONE NON E’ FONDAMENTALE OTTENERE FINANZIAMENTI MIRATI ALLO SVILUPPO ED ALLA CRESCITA;   BASTA RICHIEDERLI ANNUALMENTE ALLA REGIONE, COME PER LEGGE .   Poco importa, poi, se la nostra città da oltre due anni non vede un solo euro di finanziamento regionale.   Certo, la richiesta dei finanziamenti è d’obbligo, tuttavia deve essere mirata;   essa serve a ben  poco se poi si sbagliano le procedure o non si è capaci di portare a casa qualche soldo.   Ancor più grave resta il fatto che alcuni finanziamenti accordati dalla Regione Lazio grazie al serio lavoro svolto da passate amministrazioni rischiano di essere annullati.

Parlando ancora di finanziamenti regionali, appare del tutto strano che l’attuale amministrazione non si sia mai vantata di altri due importanti finanziamenti   – a prescindere dal fatto che anch’essi sono il risultato del serio lavoro delle Amministrazioni passate:  Quadrini e la maggiornanza del 2010   –  relativi alla   MESSA IN SICUREZZA DELL’INCROCIO DI VIA CUPA ,  luogo di continui e gravi incidenti,  ed alla  EMERGENZA ABITATIVA PER UN IMPORTO, QUEST’ULTIMO, PARI AD  €  1.624.583,41.

L’emergenza abitativa (€ 1.624.383,41) prevedeva l’acquisto ed il recupero di un fabbricato sito in Via Garibaldi, che resta un rischio continuo per la pubblica e privata incolumità.   Si tratta di un finanziamento che ha concluso il suo iter molto complesso l’8 luglio 2011.   Si tratta di altro finanziamento che non arriverà mai più nella nostra città ?   A chi addebitare le gravi responsabilità ?

La gente  – per il momento ancora paziente – si aspetta almeno di conoscere da questa amministrazione quali sono le cose che funzionano.

E’ ancora in attesa del progetto “Isola Pulita”, mentre tutti i quartieri sono in totale abbandono.

Non si fanno più manutenzioni e quanto di bello realizzato in passato è nel degrado più assoluto; non importa se la legge prevede ed impone la cura del patrimonio pubblico.

Netta è la sensazione che questa amministrazione curi troppo poco anche il rapporto – fondamentale per un Comune – con gli altri Enti che operano sul territorio e con i quali le varie problematiche possono esser meglio affrontate e risolte.

Per quanto mi riguarda, in relazione al corretto rapporto istituzionale costruito nel tempo con alcuni Enti esterni, ed alla collaborazione da questi ricevuta,  colgo l’occasione per ringraziare l’ACEA ATO5, l’ATER di Frosinone, l’ARDIS  e  il CONSORZIO DI BONIFICA “CONCA DI SORA”, tutti Enti  che mi hanno consentito, nella mia attività da Vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici, di risolvere tanti problemi per il Comune di Isola del Liri.

Menu