venerdì 19 luglio 2013

Massimo Scarpetta nuovo coordinatore provinciale di FareAmbiente

Frosinone ha il nuovo coordinatore provinciale di FareAmbiente, è Massimo Scarpetta  di Isola del Liri eletto durante l’assemblea dei soci  tenutasi il 15 luglio us. Succede  a Federica Ricci che assume la carica di  Responsabile Nazionale Giovanile.  FareAmbiente è  il Movimento Ecologista Europeo guidato dal Prof. Vincenzo Pepe,  motore del movimento sin dall’inizio,  nato più di cinque anni fa e che oggi conta oltre  centomila iscritti e può vantare di aver  già raggiunto importati  risultati e non solo in campo ambientale ma anche tutela beni culturali.

“Credo nel movimento, dichiara Massimo Scarpetta,  e credo che FareAmbiente sia  la voce di cui il Paese ha bisogno per portare avanti una progettualità in campo ambientale. Nel nostro Paese non c’è una cultura diffusa sull’ambiente ma soprattutto i movimenti ambientalisti che operano sono nati in determini periodi storici ed andavano bene per quel periodo. FareAmbiente ha una visione dinamica ed attuale, di tipo europeo capace di coniugare lo sviluppo con la sostenibilità, un movimento ambientalista che non dica sempre no”. La nostra provincia dunque riparte da Scarpetta ma con quali progetti e quali obiettivi?

“Intanto verranno portati avanti i progetti già avviati in provincia dagli associati con  Federica Ricci, che ringrazio  per l’appoggio alla mia elezione per il lavoro svolto ed alla quale rivolgo  un grande in bocca al lupo per il nuovo prestigioso incarico. Per il resto approfitteremo della pausa estiva per pianificare  attività progettuali e di orientamento che siano in grado di coniugare  l’ambiente e l’economia locale attraverso lo sviluppo occupazionale.  Alcuni spunti: la nostra provincia ha una superficie boscata sia  demaniale che privata che può consentire, adeguatamente sfruttata di sviluppare nuovi posti di lavoro, penso ad esempio alla certificazione forestale e della catena di custodia. Ancora, penso ad una progettualità da fare con  le scuole, parte da lì l’educazione ai  “valore ambientale”   ed alla  natura. Lavoreremo sicuramente per sviluppare le comunità locali e le nuove competenze legate al mondo dell’ambiente e della natura…uomo compreso”

Menu