8 novembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Pd Isola del Liri: cinque “Perché?” su Angelo Caringi

“Se coloro che non hanno rinnovato la tessera dell’UDC nel 2013 non appartengono al partito, come dichiarato dal consigliere Caringi, perché si ostina ad intervenire in un dibattito che lo vede completamente estraneo? E’ questa una delle domande che ci si pone insieme a tante altre in riferimento a recenti articoli comparsi sulla stampa.

  • Perché Caringi si preoccupa della “nascita di un grande partito di massa” che non è il suo ma quello di altri?
  • Perché Caringi parla di “cosa vergognosa rifiutare le tessere” se l’assemblea di un altro partito ha ritenuto di adottare tali provvedimenti?
  • Perché Caringi come lui stesso afferma pur “non credendo nel progetto politico del Partito Democratico” ne è ossessionato tanto da ribattere ostinatamente anche quando né lui né il suo partito sono chiamati in causa?
  • Perché Caringi non avendo partecipato al congresso del PD conosce particolari che  non sono stati diffusi dagli iscritti?
  • Perché Caringi, mentre gli organi provinciale e regionale del suo partito non intervengono, ritiene di essere interlocutore del Deputato Europeo De Angelis per cui pubblica articoli con accuse ingiustificate?

Agli occhi dei cittadini potrebbe sembrare che “qualcuno” lo utilizzi per intervenire in un dibattito dove di politico c’è molto poco, ma c’è tanto di interessi e di “riciclo politico”. Noi non crediamo a questa parvenza, pensiamo invece che Caringi, più che interessarsi dei partiti che viaggiano su un consenso del 30% quale il PD, farebbe bene a interessarsi del suo partito, ormai in via di smantellamento ad Isola del Liri, e alle misere 150 preferenze  raccolte nelle elezioni regionali per il candidato da lui sostenuto”.

CIRCOLO PD ISOLA DEL LIRI

Menu