sabato 3 maggio 2014 redazione@isola24.it

Presentato il saggio storico sul Primo Maggio a Isola del Liri

Nella elegante ed accogliente cornice della sala E. Boimond gremita di pubblico, si è svolta la presentazione del libro di Egidio Paolucci ‘Il primo maggio a Isola del Liri. Una storia illustre tra politica e sindacalismo’. In apertura dei lavori l’Autore ha salutato gli intervenuti e ringraziato la Dirigenza della BPF per la gentile ospitalità. Ha quindi illustrato la ‘Nota gratulatoria’, prima pagina del libro, in cui ha menzionato e gratificato caldamente tutti i numerosi collaboratori che contribuiscono alla realizzazione di questa ‘Opera plurale’. Ha passato pertanto il microfono alla Dr.ssa Alessandra Romano per il suo ruolo di conduttrice.

La relazione fondamentale di Donato Galeone si sofferma alquanto sulla prossimità, all’inizio del Novecento e nel primo dopoguerra, delle Leghe bianche e rosse con la Lega di Resistenza degli operai cartai di Isola del Liri. Che avrebbero potuto fermare l’avvento del Fascismo nel 1922. Sviluppa pertanto un’attenta analisi delle condizioni economico – sociali e politiche, che accompagnarono tutto il movimento operaio e solidaristico a Isola del Liri e in Italia tra il primo e secondo dopoguerra. Particolarmente efficace risulta la sua testimonianza diretta allorchè nel 1970 si passò dalle manifestazioni separate di Isola del Liri e di Fiuggi alla celebrazione unitaria provinciale e regionale della storica Città industriale sul Liri. E’ seguito l’intervento del Seg. Gen. Pietro Maceroni articolato sul difficile cammino dell’organizzazione sindacale nei due secoli di vita considerati nel Saggio. In particolare ha evocato la durezza della lotta quando gli ‘oppressi lavorieri’ di Arpino raggiungevano le prime coraggiose intese di classe contro l’ingiustizia e lo sfruttamento capitalistico, nell’incomprensione dei ‘Preti Scribi e Farisei’ . Come anche ha rievocato la difficile vicenda della CISL, aspramente ostacolata nel clima della ‘guerra fredda’ del secondo dopoguerra. Ma proprio a Isola del Liri nel 1950 trovò la forza di affermarsi e quindi crescere nell’intera Provincia, fino a raggiungere le dimensioni maggioritarie di oggi. L’ex Sindaco Enzio Bartolomucci ha esaltato il grande contributo espresso dai lavoratori di Isola del Liri già nella seconda metà del sec. XIX con la nascita della Società di Mutuo soccorso (1862). Che portò gradualmente, ma con grande determinazione, alla nascita di un maturo proletariato operaio e contadino, che fondò nella Città delle Industrie il 1° Maggio e la prima Camera del Lavoro.   Tra gli interventi liberi segnaliamo quello di Gianfranco Casali, Seg. CISL a Isola del Liri negli anni della maturazione dell’Unità Sindacale e quindi alla celebrazione del Primo Maggio unitario nel 1970. A cui si è richiamato Spiridigliozzi, in quegli anni Seg. UIL.

Le conclusioni dell’Autore sono state caratterizzate da una riflessione di significato pedagogico – educativo, quando ha affermato che la sua decisione di scrivere libri come questo scaturisce da una preoccupazione di ordine formativo, che lo ha accompagnato per l’intero corso della sua attività di educatore: contribuire a costruire nelle nuove generazioni l’essenziale valore dell’’Identità personale’. Che significa cercare di dare alle giovani personalità in formazione un radicamento forte nella realtà socio –culturale in cui nascono e vivono. E quindi una chiara consapevolezza di se’ come fondamento imprescindibile di ogni fecondo progetto esistenziale. Ha altresì richiamato l’attenzione sul significato simbolico del frontespizio, che mostra visivamente la marcia del proletariato dalla condizione semiservile della soggezione al potere feudale e al pauperismo di una economia agro – pastoral – fluviale verso Giustizia, Liberta’, Benessere. Si segnala infine il prezioso contributo di approfondimenti e commenti offerto da Alessandra Romano nel corso dell’intera manifestazione.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA