lunedì 22 maggio 2017 redazione@isola24.it

Pro Calcio Isola Liri: il bilancio di una grande stagione

Ritorno al Nazareth auspicato e fortemente voluto della Pro Calcio Isola Liri che al termine dei campionati tira le somme della stagione calcistica 2017/18. Un progetto che ha l’obiettivo di promuvere il calcio giovanile nel territorio,  iniziato nel 2005 con i bambini al Giardino dello Sport di Isola del Liri, proseguito con il settore giovanile a Castelliri, che va a completarsi quest’anno con juniores e Prima Squadra.  La Pro Calcio Isolaliri nella corrente stagione sportiva ha coinvolto oltre 250 ragazzi di Isola del Liri ma anche ragazzi provenienti da altri comuni della Valle del Liri, organizzata con la preziosa collaborazione di dirigenti ed istruttori locali che hanno messo in campo passione ed impegno a sostegno del progetto.

Marco Forte, responsabile della prima squadra e della juniores, ha fortemente voluto ad Isola del Liri una Prima Squadra, composta da calciatori locali che nella loro prima stagione hanno ben figurato nel campionato di terza categoria giungendo alle spalle della zona Pay Off.  Il dirigente Isolano in merito al stagione dichiara “E’ stata un esperienza nuova ed entusiasmante, valida sia sotto il profilo sportivo ma anche sociale. La mia missione è stata di formare una Prima Squadra dal nulla, di coinvolgere i giovani ed i meno giovani a partecipare ad un progetto serio, pulito ed ambizioso; credo di esserci riuscito sia con la juniores, che tra l’altro ha lottato fino all’ultima giornata per vincere il campionato, sia con la Prima squadra, che superate le difficolta iniziali ha chiuso il campionato in crescita. Per questo ringrazio tutti i dirigenti accompagnatori, i mister Ivan Santonico e Cristiano Viscogliosi, i ragazzi di entrambe le squadre che ho seguito sempre con tanta passione”.

L’Associazione, inoltre,  ha conservato una particolare attenzione verso la scuola calcio (Esordienti, Pulcini, Primi Calci e Piccoli Amici), che resta la  colonna portante della società sotto la guida del mister Eduardo Cappitelli al Giardino dello Sport e di Cristiano Pantanella al Nazareth con gli Esordienti. Oltre 100, infatti, gli iscritti alla scuola calcio che hanno partecipato ai tornei organizzati dal Comitato provinciale di Frosinone. Eduardo Cappitelli, fondatore non solo della Pro Calcio Isolaliri ed ispiratore dei principi e dei metodi che regolano l’associazione, evidenzia l’importanza delle attività promosse – Oggi più che mai le attività sportive rappresentano una risorsa per le famiglie. Attraverso la scuola calcio i nostri figli hanno la possibilità di stare insieme, di fare sport all’aria aperta in strutture sicure ed organizzate con istruttori motivati. Trasmettere la passione per il calcio e lo sport in genere rappresenta anche dare un indirizzo ed un impegno ad un giovane ed allontanarlo da tutte quelle cose che noi genitori riteniamo deleterie. Anche quest’anno siamo riusciti a fare un ottimo lavoro al Giardino dello Sport con Cristiano, Stefano, Ivan, Alessio, Giammarco, Riccardo e Silvia. Chiuderemo la scuola calcio domenica 28 maggio con la  Giornata del Cuore ideata per raccogliere fondi destinati all’associazione “Diversamente  Sport”,  una festa della scuola calcio che la mattina vedrà i bambini impegnati in partite di calcio nelle piazze e per il corso di Isola del Liri, mentre dalle 13 al Nazareth saranno protagonisti i genitori con un torneo di calcio ad 11”
Arriviamo al settore giovanile, che quest’anno è partito con 4 categorie coordinate dal responsabile del settore giovanile Ivo Loffreda: Giovanissimi regionali 2003, Giovanissimi provinciali 2003 fascia B, Giovanissimi provinciali 2002 e Allievi provinciali 2000/2001. “Le squadre giovanili hanno ottenuto grandi risultati che,  fatta eccezione per il Frosinone Calcio che si sta affermando a livello nazionale, posizionano la nostra società tra le migliori nella spera dilettantistica della Regione Lazio”.

Allievi
Gli Allievi, guidati dal mister Bruno Mizzoni, hanno vinto il Campionato Provinciale dopo una battaglia serrata che ha visto come protagonisti gli isolani e il Lo.Fra Fiuggi. I biancorossi si sono dimostrati squadra da battere fin da subito,presentando elementi che avevano ben figurato nel campionato regionale per due anni e nuovi arrivati che hanno arricchito la rosa completandola definitivamente .Non era facile spuntarla in un campionato fisico e agonistico come questo,ma nonostante i numerosi sotto età ,l’Isola Liri è emersa per qualità e si è portata a casa Campionato e successivamente Coppa Provincia,competizione che ha visto scendere in campo le migliori 3 formazioni di entrambi i gironi. Una squadra davvero impenetrabile in casa, qualità che ha contraddistinto tutte le formazioni biancorosse.Tra le mura amiche del Nazareth,infatti,gli Allievi hanno raccolto 31 punti su 33 disponibili pareggiando solo una volta e vincendo i restanti 10 incontri. Non male neanche il bottino totalizzato lontano da Isola del Liri con otto vittorie,un pareggio e due sconfitte su undici gare disputate lontano dal Nazareth.La fame di gol è stata un elemento che ha caratterizzato il reparto offensivo per tutta l’annata,secondo miglior attacco del torneo con 79 reti segnate e con capocannoniere del campionato il biancorosso Andrea Campoli,che ha chiuso con 27 reti la classifica marcatori.I gol sono arrivati anche da Alviani,che ha esordito e segnato anche in prima squadra e Antonelli ,che si è rivelato uomo della provvidenza in più occasioni, segnando allo scadere quando le partite sembravano essersi messe male.Anche il centrocampo ha contribuito alle numerose reti arrivate grazie a Frellini ,che ha fatto fare il salto di qualità negli ultimi 30 metri ai biancorossi,Cancelli e Fiorini che hanno impreziosito le fasce da metà campo in su farcendole di gol insieme a Viscogliosi,Pellegrini e Magnante.Le reti subite sono state molte meno,la difesa Biancorossa si è classificata prima per minor numero di reti subite con sole 15 marcature incassate nell’intero campionato  anche grazie al prezioso lavoro svolto da Venditti davanti la difesa,Fattorosi e Gemmiti che hanno difeso i pali svolgendo un lavoro egregio sotto la particolare attenzione del preparatore dei portieri Ezio Caldaroni.Un riconoscimento speciale va anche alla linea difensiva guidata da Fragiotta e Lo Iacono al centro e con Caldaroni,De Chaud, Di Pede, Tersigni, Trombetta sulle fasce laterali che hanno eretto una vera e propria saracinesca, per la maggior parte delle volte impenetrabile per gli avversari. Una squadra,questa,capace di creare un gruppo unito e coeso dentro lo spogliatoio,che scendendo in campo ha dimostrato come fosse stato ben amalgamato sin dalla preparazione estiva ,sotto il cocente sole d’agosto: per questo motivo,un plauso,va anche ai dirigenti Tommaso Lo Iacono e Dimitri De Chaud che hanno accompagnato i ragazzi in campo in tutte le battaglie di questa indimenticabile  annata.

Giovanissimi 2003
Annata da ricordare per mister Francesco Greco e i suoi ragazzi che hanno ribaltato tutte le aspettative arrivando più in alto di dove chiunque,anche il più ottimista degli assidui frequentatori,si sarebbe mai aspettato. Una stagione iniziata ad agosto con numerosi innesti arrivati al Nazareth per intraprendere un’esperienza nuova,quella regionale, che solo la Pro Calcio Isola Liri poteva offrire in zona. Le prime partite e i ritmi del nuovo campionato non sono stati semplici, ma una volta preso il ritmo, il passo dei biancorossi è stato inarrestabile. L’Isola Liri ha iniziato a macinare punti su punti, soprattutto in casa, battendo chiunque si presentasse alle porte del Nazareth. Per i biancorossi le statistiche parlano chiaro : 12 vittorie su 13 incontri disputati in casa. E’ sicuramente un primato di cui andare fieri,infatti,nessuna squadra del girone ha saputo fare meglio. In trasferta i numeri non sono stati gli stessi con i risultati positivi che sono andati ad incrementarsi con il passare delle giornate,sinonimo di una crescitadei ragazzi che ha portato la squadra a raggiungere una graduale maturità sul campo . Al termine dell’ultima gara mister Greco, per concludere la stagione, ha dichiarato : ‘’Un’annata straordinaria grazie ad un gruppo di ragazzi fantastici che hanno messo in campo,allenamento dopo allenamento e partita dopo partita, cuore e tecnica.Voglio ringraziare il mister Porretta e lo straordinario dirigente Marco Paolucci, la società tutta ed in particolar modo il responsabile Ivo Loffreda che mi ha supportato e sopportato in questa magnifica avventura.Da Isolano sono fiero di aver onorato insieme ai miei ragazzi i colori biancorossi ”. Una stagione fantastica non solo per i Regionali, ma anche per i terribili ragazzi di Marco Muscedere, che si sono distinti nel campionato provinciale fascia B arrivando terzi e migliorando sotto ogni punto di vista, alimentando ancora di più l’ideache questa categoria darà grandi soddisfazioni a tutti anche il prossimo anno.

Giovanissimi 2002
I Giovanissimi hanno vinto il campionato nell’ultimo incontro casalingo contro il Lo.Fra Fiuggi, terminato per 6-0. Il testa a testa con l’Accademia Frosinone ha visto prevalere i ragazzi di Gabriele, che al termine degli ultimi 90 minuti della stagione hanno potuto finalmente festeggiare. Solo 8 le reti subite, oltre 100, invece, le reti segnate con Vona (32 gol)  Camastro (23 gol) e Mancini (18 gol) protagonisti assoluti della classifica marcatori.Una squadra che nasce nell’attività di base con Mancini, Loffreda, Iafrate, Borriello, Sperduti, Tomaselli, Salvucci, Colucci, Vona e De Gasperis, rinforzata lo scorso anno ai regionali Fascia B con il trio sorano Camastro, Rea e Gemmiti e che si è completata in questa stagione con gli innesti di Elia, Salvucci S., Recchia, Racheti, Caputo e con le integrazioni dei validissimi 2003 regionali pronti all’esordio nella categoria maggiore. Questo campionato andava vinto e così è stato,numerose sono state le insidie, tutte brillantemente superate dalla compagine isolana. Ai biancorossi ,però, non vanno solo i riconoscimenti per la vittoria del campionato ma anche quelli per la vittoria della Coppa Disciplina, coppa che viene assegnata alla squadra più corretta e cioè a quella che, nel corso di tutta la manifestazione, registra il minor numero di sanzioni disciplinari a suo carico, un orgoglio e un privilegio per la Pro Calcio Isolaliriche rispecchia in pieno i valori di fair play della squadra. Dopo i festeggiamenti, durati a lungo sul terreno da gioco del Nazareth, e la premiazione delle categorie vincitrici dei rispettivi campionati, mister Edoardo Gabriele ha voluto ringraziare tutti e dedicare delle parole speciali ai suoi ragazzi : ‘’Ai miei giocatori voglio dire: Ora sapete come si ottiene una vittoria, cosa c’è dietro, e come si superano le difficoltà. Sapete cosa vuol dire vincere una partita o perderla, vincere un derby o perderlo, sapete cosa vuol dire preparare una partita difficile e cosa si prova a portarla a casa, ma c’è una cosa che ancora non sapete e voglio anticiparvela: questi momenti non li dimenticherete mai, non scorderete mai certe partite, certi goal e certe risate! Provo una gioia enorme al pensiero di far parte di quelli che un domani per voi saranno dolci ricordi.Concludo dicendo che nella mia modestissima carriera da giocatore non mi era mai capitato di conquistare un titolo, tuttavia sono oggi ancor più sicuro che vincere sia importante, senz’altro bello, ma non è l’unica cosa che conta! Forza Pro Calcio Isola Liri! Con affetto, il vostro Mister’’. Inoltre, ha aggiunto ‘’Un grande grazie di cuore al Presidente Luca Bruno che ha creduto in me anche nei momenti più difficili, questa stagione è stata possibile solo grazie alla sua immensa passione. Ringrazio anche l’amico e mister Bruno Mizzoni per aver risposto sempre presente ogni volta che ho avuto bisogno della sua esperienza e di un suo consiglio. Un grazie di cuore al mio dirigente accompagnatore Tonio Elia, per essermi stato vicino in questa lunga avventura, credendoci sempre fino all’ultima giornata. Un grande grazie all’amico e collega Francesco Greco per le tante telefonate che ci siamo scambiati prima di ogni mia o sua partita, con lui è nato un confronto tecnico tattico che ha portato gli allenamenti di entrambi a fare un salto di qualità. Un grazie di cuore a Ivo Loffreda, responsabile del Settore Giovanile e allenatore di primo livello, sempre vicino alla squadra e pronto a fare la voce grossa ogni volta che è servito. Ringrazio tutti i membri dello staff tecnico, tutta la dirigenza, tutti i genitori che mi hanno affidato la crescita sportiva dei loro figli.”

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA