lunedì 19 maggio 2014 redazione@isola24.it

“SE NON CI FOSSE STATO L’OSPEDALE…”: il racconto di un padre e suo figlio malato

Con questa toccante testimonianza inviataci su Facebook, Diego Di Iorio ci spiega l'importanza di avere un Ospedale raggiungibile in pochi minuti.

«Solo quando si è protagonisti di una situazione di emergenza SI RIESCE AD APPREZZARE LA PREZIOSA PRESENZA DI UN PRESIDIO OSPEDALIERO RAGGIUNGIBILE IN POCHI MINUTI. Venerdì 16 u.s. mio figlio di soli 12 mesi con 40,5 di febbre è stato soccorso e poi ricoverato nel nosocomio Sorano. Il fatto di aver raggiunto in poco tempo l’ospedale ha permesso al personale medico e paramedico di intervenire ad evitare peggioramenti con conseguenze che avrebbero potuto segnare per sempre il nostro angelo e la mia famiglia, facendo perdere a tutti noi QUELL’INALIENABILE DIRITTO RICONOSCIUTO IN TUTTO IL MONDO: “IL DIRITTO ALLA FELICITA'”.

Tante volte sulla stampa locale il personale medico e paramedico è stato attaccato, screditato… ma credetemi, anche loro sono “abbandonati”, sotto organico, con carichi di lavoro impressionanti. CREDO CHE BISOGNA MIGLIORARE QUELLO CHE SI HA E NON DISTRUGGERE QUELLO CHE E’ STATO CREATO PER IL BENE DEL NOSTRO TERRITORIO. Mi sentivo di dirlo a tutti, mi sentivo di dirlo a chi ne parla con i CITTADINI in questo periodo “importante” per il futuro di tutti noi… MI SENTIVO DI DIRLO PERCHE’ SONO PRONTO A LOTTARE PER NON PERDERE QUEL DIRITTO CHE E’ SANCITO DALLA NOSTRA CARTA COSTITUZIONALE: IL DIRITTO ALLA SALUTE. MI SENTIVO DI DIRLO PERCHE’ AMO LA MIA TERRA.»

Diego Di Iorio

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA