13 novembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Settimana della Carità ad Isola del Liri. Dal 23 novembre al 1° dicembre a cura dell’ACI e della Caritas

Un modo per aiutare gli altri, solidarizzare, lavorare aiutando chi, in questi momenti di crisi, è in grave disagio. Un’idea semplice che sembra rivoluzionaria. Verrà messa in campo dalla parrocchia di S. Lorenzo, ad Isola Liri, dal 23 novembre al 1° dicembre prossimi, per iniziativa dell’Azione Cattolica, durante la sua “Settimana di Carità” ed  i volontari della Caritas. Ci illustra le motivazioni del progetto uno dei coordinatori dell’iniziativa, Luciana Costantini.”E tu lavorerai col sudore della tua fronte… Così leggiamo nel Libro della Genesi, percependo il lavoro come una punizione, un castigo, meritato ma tremendo. Ma il lavoro non è solo fatica e sudore, può essere ed è anche piacere, soddisfazione, creatività, realizzazione di un sogno… Ed oggi che il lavoro non c’è, bisogna davvero inventarselo! Forti di tale convinzione l’Azione Cattolica nella sua Settimana della Carità ed il gruppo dei volontari della Caritas della parrocchia di S. Lorenzo m., ad Isola del Liri, hanno messo in campo un’iniziativa di solidarietà che va sotto il nome “Un lavoro fatto a mano”. Tutti i parrocchiani sono stati invitati a “mettersi in gioco”, realizzando qualcosa di bello, di buono, di utile e di simpatico con le proprie mani per rendere ricca ed appetitosa la “vetrina delle meraviglie”, che sarà allestita dal 23 novembre al 1 dicembre in un locale vicino la Chiesa parrocchiale. Lì si potrà  guardare, ammirare, vendere e comprare di tutto e di più, dal liquore fatto in casa, al centrino uscito dalle mani preziose della nonna, dal gioiello artigianale, alla sciarpa di lana, dal dolce gustoso al dipinto d’arte… E’ un modo, conclude la signora Luciana, per valorizzare chi sa e ama fare, aiutando al tempo stesso chi in questo nostro territorio sta vivendo un momento di difficoltà”.

Gianni Fabrizio

Menu