venerdì 10 Agosto 2012

Tersigni e Duro, l’occasione del secolo (di Lorenzo Mascolo)

Riordino delle Province e taglio di risorse ai Comuni sono due elementi sufficienti per capire in che direzione andrà la pubblica amministrazione nei prossimi anni. Il Governo ha dato il suo ultimatum e si aspetta entro il 02 ottobre proposte concrete per l’istituzione delle nuove maxi-aree subregionali della Repubblica Italiana, di fatto già delineate dal decreto “spending review”.

In vari punti della penisola si annunciano grandi (a parole) proteste popolari nel nome di un campanilismo che, francamente, guardando le casse di enti, famiglie e imprese, lascia il tempo che trova. Macerata e Fermo, ad esempio, rifiutano categoricamente l’assoggettamento ad Ascoli Piceno capoluogo, mentre Benevento annuncia barricate per salvaguardare la Provincia sannita. Non cambia la storia al Nord, con Varese che dichiara: “non ci accorperemo, la Lombardia ascolterà Roma”.

Al di là di ogni comprensibile sentimento di appartenenza e di sacrosante motivazioni popolari, c’è un dato allarmante che deve assolutamente essere considerato: non ci sono più soldi. Ora, per sbarcare il lunario, bisogna unire le forze, perché il numero è potenza.

In tale contesto si comprende come Ernesto Tersigni e Luciano Duro abbiano tra le mani l’occasione del secolo: il Comune di Sora e Isola del Liri. Considerati i tempi che stiamo vivendo, una proposta del genere sarebbe sicuramente appoggiata con entusiasmo dal Governo. In futuro, difatti, si procederà sicuramente anche all’accorpamento delle Regioni e dei Comuni, quindi la suddetta azione equivale solo a guadagnare tempo per il consolidamento del progetto.

Due municipi dotati di presidente, un unico sindaco e un consiglio comunale con nuova sede a S.Domenico. Un unico piano regolatore che permetterà, tra le tante cose, il completamento del parco fluviale dal Castello Boncompagni fino al confine con l’Abruzzo (più di 15km), e quasi quarantamila abitanti che faranno di Sora Isola la 5a città della neonata maxiprovincia del Basso Lazio, dietro a Latina (120mila abitanti), Aprilia (71mila), Frosinone (48mila), Terracina (44mila). Il tutto senza contare la sicurezza di eleggere un deputato e/o un senatore in ogni tornata elettorale. Insomma: un futuro sicuramente di primo piano, ma soprattutto una scelta responsabile per non morire.

Il nome è troppo lungo o suona male? Bisogna anzitutto proteggere le storie delle due città, almeno fino a quando le generazioni future non decideranno di istituire un nome unico. Per questo sono contrario da sempre alle denominazioni Lirinia o Civitas Liri. Del resto, in Italia esistono nomi quantomeno discutibili come le contrade Cappella Lucida e Pisciarello situate in Valle di Comino. Di conseguenza, istituire il Comune di Sora e Isola del Liri non è certamente una amenità, bensì una dimostrazione d’amore nei confronti della storia e delle tradizioni di due popoli i cui destini devono necessariamente tornare ad incrociarsi.

Lorenzo Mascolo – Sora24

SPONSOR

Una vastissima scelta, più di quattrocento vetture in esposizione.

SPONSOR

Nel nuovo punto vendita, situato in via Casilina Sud km 142, troverete sia il nuovo Peugeot e Toyota che l'usato plurimarche.

ASL di Frosinone

I pazienti inviati da Ospedali o da Medici di Medicina Generale possono accedere alle Unità di Degenza Infermieristica in h. 24

SPONSOR

Vieni a provare la vettura oggi stesso presso Jolly Automobili, concessionaria Peugeot per Frosinone e provincia, S.S. Monti Lepini km 6,600.

Nuova Range Rover Evoque

Nuova Range Rover Evoque: scoprila da X Class, concessionaria Land Rover per Frosinone e provincia. Ti aspettiamo presso il Gruppo Jolly Automobili, SS 156 Monti Lepini km 6.600.

AVIS

Raggiungici oggi stesso nelle sedi di Frosinone, S.S.156 Monti Lepini, Km 6.600, e Sora, Via Baiolardo, 63, per elaborare insieme la soluzione ideale per le tue esigenze professionali.

Land Rover

Ti aspettiamo oggi stesso presso X Class, SS dei Monti Lepini km 6.600, presso GRUPPO JOLLY AUTOMOBILI, a poche centinaia di metri dal casello autostradale di Frosinone.

MAMA H24

400 famiglie ci hanno già scelto. In tutta la provincia di Frosinone, e non solo, il nostro servizio è ormai un punto di riferimento per chi ha bisogno di assistenza h24. Vi spieghiamo perché.