24 febbraio 2014 redazione@ciociaria24.net

Vincenzo Finiello, il campione di Isola del Liri, si agiudica il match con Eder Barreto ad Ostia Antica

Un match di professionisti e di sette dilettanti diventa il mix perfetto di una bella serata. In genere nella cronaca di una manifestazione si parte dal match clou, e noi non contraddiciamo questa consolidata prassi. In sede di presentazione avevamo definito il match tra Eder Barreto e Vincenzo Finiello da tripla. E’ stato un match da tripla fino all’ultimo secondo. Barreto, sostenuto dal caldo tifo dei suoi connazionali peruviani, mostra chiari segni di miglioramento di match in match, ma si è trovato di fronte un ottimo Vincenzo Finiello, pugile prudente e abile in difesa, stavolta costretto ad accettare in più di un’occasione lo scambio, a tratti anche duro.

Il pugile di Isola Liri si è giocato al Bajniero la propria credibilità e per certi versi il proprio futuro. L’allievo di Gabriele in guardia destra ha dovuto far fronte ad un inesauribile assalto da parte di un avversario che raschia nel proprio barile anche energie nascoste. A guadagnarci è stato lo spettacolo.

Il merito di Finiello è stato quello di mantenere sempre la freddezza per piazzare colpi precisi e velenosi. Match equilibrato e l’attesa del verdetto era riempita dall’entusiasmo dei numerosi peruviani presenti. La vittoria di Finiello era madre di una precisione quasi chirurgica.

Menu