2 Febbraio 2012

Calcio Legapro: Grossi “Sono rinato, ho detto alla squadra che a Isola non posso retrocedere”

Isola Liri –  Dopo i quattro nuovi arrivi di calciomercato mister Grossi è ora decisamente più ottimista per questo girone di ritorno: «Mi sento rinato. Mi sento un allenatore vero che finalmente ha a disposizione un buon numero di giocatori da allenare. Finalmente posso allenare una squadra vera – questo lo sfogo iniziale di un Grossi che veramente anche al tono di voce ci è parso forse per la prima volta positivista sul proseguo della stagione – Era difficile, anzi impossibile salvare la squadra per come eravamo però adesso sono contento. Onestamente – ci confida il tecnico – credevo negli acquisti da parte del presidente, certo me ne aspettavo uno due in meno e quindi sono rimasto positivamente sorpreso. Però sapevo che il presidente è una persona che non molla mai. Sicuramente lui ha avuto delle difficoltà in questo periodo anche perché la città e i tifosi non hanno risposto come si dovrebbe agli appelli per stare vicino alla squadra. Ma lui non ha mollato. Adesso  – continua il tecnico – spetta a noi riportare entusiasmo e motivazioni giuste dietro questa squadra». Grossi analizza poi  uno per uno i nuovi arrivati: «La Rocca è un giocatore che ci serviva molto. Lo conosco molto bene è un giovane ma di grande qualità. E’ voluto venire da noi a tutti i costi. Russo poi non ha bisogno di presentazione, la sua carriera parla per lui. E’ un attaccante che ha fatto gol in tutte le categorie. E’ un giocatore molto forte che anche in Serie B si è fatto molto rispettare. Adesso dobbiamo verificare solamente la sua condizione fisica, ma sulle sue qualità tecniche non si discute. Per quanto riguarda Redzic invece – continua un euforico Grossi – la Reggiana ce ne ha parlato benissimo. Punta molto su di lui e sulla sua crescita, ci han detto che ha delle qualità eccezionali. Infine Romeo. Sono molto contento che sia arrivato ad Isola. Il suo acquisto è stata una decisione personale del presidente. E’ stata una scelta giusta». «Adesso posso sentirmi un vero allenatore – conclude Grossi – ho fatto un discorso molto pesante ala squadra. Ho detto loro che io non posso retrocedere ad Isola Liri».

Andrea Mastrantoni