4 Gennaio 2012

Gianluca Paesano: Vincenzo D’Orazio e Ivo Urbini all’ interno del PSI godono della stessa stima

I compagni di partito Vincenzo D’Orazio e Ivo Urbini all’ interno del PSI godono della stessa stima ed apprezzamento. Entrambi nella prima giunta Duro, l’uno come assessore e l’altro come consigliere delegato, si sono dimostrati capaci e leali verso la maggioranza eletta dagli isolani. Quindi, per l’avvicendamento di Iafrate l’indicazione di D’Orazio, e non di Urbini, non è frutto di una preferenza personale bensì frutto di una mera valutazione di opportunità politica. Infatti, questa soluzione permetterebbe al PSI di avere due rappresentanti in amministrazione: un assessore e un consigliere.

Dalla stampa di oggi troviamo conferma di concetti a noi già noti: la maggioranza che ha dato vita al Duro bis spingerebbe per la nomina in giunta di Urbini al posto di D’Orazio perché pare non gradito. Questo atteggiamento ci appare irrispettoso e fuori luogo nei confronti soprattutto del Sindaco e di un partito alleato. Del Sindaco perché alla maggioranza sfugge che le nomine assessorili sono esclusiva prerogativa del primo cittadino, che certo deve anche tener conto della indicazione del partito, in questo caso il PSI.

Di un partito alleato perché non possiamo accettare il veto o il gradimento sul nome di un nostro compagno da parte di chi oggi siede in maggioranza perché entrato dalla finestra e non dal portone principale. Sia chiaro, il PSI, e speriamo anche il Sindaco, non si farà mettere all’angolo. E dopo anni di battaglie a favore dei lavoratori e delle fasce più deboli della società, l’unica bandiera che il PSI continuerà ad alzare e a far sventolare sarà quella rossa. Anche qui ad Isola Liri!