22 Novembre 2012

I Giovani Democratici di Isola del Liri sostengono BERSANI

Mai come in questo periodo le primarie del centrosinistra assumono ancora più valore simbolico; immersi in un clima dilagante di antipolitica i cittadini stanno riscoprendo il gusto del confronto e del dialogo. C’era bisogno che il centrosinistra ergesse un muro di coesione e compattezza contro gli slogan populisti e demagogici provenienti da altri movimenti politici, che riavvicinasse la gente promuovendo proposte costruttive e sanatrici della condizione catastrofica del nostro Paese frutto dello scempio berlusconiano. Noi Giovani Democratici di Isola del Liri sosteniamo già da tempo Bersani poiché riscontriamo nel suo programma uno sguardo più serio sul futuro diversamente dal nuovismo meramente anagrafico sbandierato da altri.

Noi siamo contro la rottamazione perché convinti che un’operazione di ricambio non sempre sia sinonimo di cambiamento; siamo contro i salvatori della Patria perché sappiamo che il riformismo calato dall’alto è fallito, il riformismo deve saper partire dal basso perché senza apertura alla gente i partiti marciscono e muoiono. C’è estremo bisogno che la politica torni a dare del Tu ai cittadini, che l’idea di Noi sia fermamente opposta all’Io dominante di questi anni. Leadership non significa leaderismo e Bersani è l’uomo giusto per rappresentare una comunità di persone che condividono valori, storia ed idea di futuro.

Il suo Programma politico muove da una più onesta e corretta applicazione della Costituzione, considera imprescindibili la lotta all’evasione fiscale, all’illegalità e ai reati contro l’ambiente. Bersani non parla attraverso slogan ma insiste sulla lotta all’evasione, vuole un alleggerimento del fisco sul lavoro e sull’impresa, pretende una lotta alla precarietà e all’idea di competitività giocata solo sull’ abbassamento dei diritti dei lavoratori. Riguardo alla tutela dei Diritti il suo programma è davvero rivoluzionario perché difende il diritto di una coppia omosessuale ad ottenere il riconoscimento giuridico della propria unione ed il diritto del figlio di un immigrato, nato e cresciuto in Italia, di essere cittadino Italiano. Parole come queste, come lotta al precariato e difesa del tenore di vita delle classi popolari, come redistribuzione del reddito e giustizia sociale sono tornate ad essere priorità della sinistra e devono rimanere chiaramente individuabili per chi il PD vuole votare.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
SORA - Floriana De Donatis aderisce a Forza Italia

Floriana De Donatis - La decisione dopo un colloqui con il vicepresidente del partito, Antonio Tajani. Quadrini: «Adesioni anche da Lega e FdI. Il nostro sarà un progetto centrista e liberale».

Scomparsa dell’Arch. Gaspare Vinciguerra, il cordoglio del Comune di Sora

Roberto De Donatis - Il professionista si è spento ieri a seguito di un incidente stradale.

SORA - Lotta al Covid: sospese tutte le fiere e delle festività di Agosto

Roberto De Donatis - Anche la 49ma edizione de La Canicola è stata rinviata all'anno prossimo, nella speranza di tornare alla normalità.

Loreto Marcelli

Loreto Marcelli - Consigliere Regionale del Lazio.

REGIONE - Il Fondo per i malati oncologici è realtà. L'annuncio del consigliere Loreto Marcelli

Loreto Marcelli - Le risorse serviranno a sostenere coloro che si vedono costretti a ricorrere alle cure, il più delle volte, lontano da casa, con costi elevati, facendo innumerevoli sacrifici.

"Cristo ha bypassato la Ciociaria"

Aeronautica Militare Frosinone - Critica analisi di Rodolfo Damiani sul depauperamento della provincia di Frosinone.

SORA - Ospedale SS. Trinità, potenziamento del Pronto Soccorso

Roberto De Donatis - De Donatis: «Ringraziamo la Asl, nella persona della Dott.ssa Magrini, per questo primo importante intervento che va nella direzione di potenziare il nostro Polo Ospedaliero».

SORA - Il Comune aderisce alla Giornata Nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo

Roberto De Donatis - La ricorrenza fa memoria della tragedia mineraria di Marcinelle, in Belgio, avvenuta l’8 agosto 1956.