8 Febbraio 2012

Isola del Liri immune dal gelo. Il sindaco Duro parla di “macchina perfetta”

Ha retto ottimamente la macchina dell’emergenza del Comune di Isola del Liri. A seguito delle  prime avvisaglie del prospettato maltempo, all’inizio della scorsa settimana è stato organizzato dall’ufficio tecnico un tavolo operativo al fine di programmare preventivamente gli interventi necessari. In particolare, come da piano predisposto dalla amministrazione comunale, sono state coinvolte tutte le maestranze utili per affrontare l’emergenza.
In prima battuta è stato predisposto un comunicato stampa nel quale il Sindaco, supportato dalle previsioni invitava tutti i concittadini a limitare all’indispensabile le uscite soprattutto con i mezzi per evitare disagi e problemi alle persone. La tempestività poi dell’ordinanza di chiusura delle scuole per i giorni di venerdì e sabato ha consentito da subito un alleggerimento del numero di utenti della strada e della città.
Operativamente sono stati coinvolti i dipendenti dell’ufficio tecnico, funzionari ed operai, volontari del gruppo di protezione civile comunale ed i relativi mezzi operativi: fuoristrada, camion, attrezzature varie e materiali (sale, asfalto freddo, ecc.) ed in supporto sono state allertate e coinvolte alcune ditte operanti nel territorio e dotate di mezzi che, seppur non proprio specifici, potessero essere utilizzati per le attività di spalamento o spargimento sale.
Le operazioni dirette dall’ufficio e coordinato dal Sindaco, Vicesindaco e Assessori, hanno portato innanzitutto alla pulizia di tutte le strade, a partire dalle principali e dalle zone più impervie, fino a raggiungere tutta la città. Particolare attenzione è stata posta lungo le strade relative ai servizi essenziali: uscita 118, direttrici di soccorso, ecc. Sono state inoltre raggiunte le località (Pagliarola, Quaglieri, Capitino, ecc.) dove l’accessibilità è stata garantita anche verso i comuni limitrofi. Lo spessore della neve ha raggiunto in molte parti del territorio il mezzo metro di altezza causando, oltre ai disagi a terra, la rottura di molti rami di alberi ed addirittura la caduta di molti di essi che è stato necessario rimuovere per consentire la riapertura delle strade bloccate.
Le operazioni di spazzamento si sono ripetute più volte a seguito del riproporsi delle nevicate come pure lo spargimento di sale operato soprattutto nei punti critici della viabilità. Sono stati inoltre effettuati numerosi interventi specifici con mezzi manuali per consentire ai cittadini di arrivare alle proprie abitazioni, come pure è stato spazzato in centro città, stante, nonostante le condizioni metereologiche, la folta presenza di cittadini intenti ad ammirare lo spettacolo della cascata innevata decisamente insolito.
La macchina comunale con dipendenti, volontari e incaricati hanno poi supportato servizi di emergenza, accompagnando il servizio di guardia medica con i propri mezzi fuoristrada, raggiungendo malati e diversamente abili rimasti senza rifornimenti di generi indispensabili. Tutto questo poi con l’occhio puntato alle condizioni metereologiche, fino ad arrivare alla giornata odierna quando la macchina organizzativa è operativa al 100% per continuare a garantire la sicurezza della città e dei suoi abitanti.
“Un ringraziamento particolare” dice il Sindaco Luciano Duro “va a tutte le maestranze, alla protezione civile. Nessuno è stato lasciato indietro, tutti sono stati raggiunti ed ogni problema è stato immediatamente risolto. In questo caso la programmazione, già avviata da tempo, è stata fondamentale per non arrivare impreparati. Un ringraziamento va anche  a tutti i concittadini che si sono resi utili provvedendo, ove possibile, a spalare la neve davanti le proprie attività o gli accessi alle abitazioni private. Auspico che tale atteggiamento possa, in un futuro, essere adottato da quante più persone possibile per una sinergia operativa che limiti ancora di più i disagi”.
Anche oggi, giornata di chiusura di uffici pubblici, il Comune è attrezzato con il suo ufficio tecnico per il prosieguo delle attività di emergenza, soprattutto in previsione della riproposizione delle condizioni di maltempo previste per la nottata e per i prossimi giorni.