6 Gennaio 2014

ISOLA LIRI CALCIO: i biancorossi affondano al Nazareth. Il Cynthia passa 3-0

L’Isola Liri inaugura nel peggiore dei modi il 2014. Davanti ai propri sostenitori, infatti, la compagine bianco-rossa prende tre sberle che suonano come una dolorosa condanna. Sconfitta obiettivamente meritata, non tanto per l’entità del passivo, quanto invece per l’atteggiamento mostrato. In un terreno di gioco paragonabile ad un acquitrino, la manovra ragionata risulta sconveniente. Per questo motivo la condotta adottata da Franzese e compagni non ha dato i suoi frutti. Il Cynthia, dal canto suo, ha disputato l’intera contesa avvalendosi dell’anacronistico catenaccio.

ISOLA-LIRI-CALCIO-660

Nell’immediata vigilia mister Alessandro Grossi ha dovuto praticamente rivoluzionare lo schieramento dei suoi uomini. Il modulo rimane sempre il 4-3-1-2. Cambiano gli interpreti. L’infortunio patito da Della Pietra, grave a quanto pare, ha costretto la società isolana ad un repentino ritorno nel mercato degli svincolati, assicurandosi le prestazioni del giovane portiere Simone Fiorini. Il titolare di quest’oggi, però, è Caldaroni. Tofani sostituisce Zeppa, non ancora al meglio, sulla destra. L’assenza più pesante e quella dello squalificato De Luca, il metronomo. Al suo posto, in un ruolo per lui del tutto inedito, gioca Ciro Poziello. Caligiuri, Caira e Basilico compongono il solito tridente in avanti.

ISOLA-LIRI-CALCIO-660A

La squadra ospite, allenata da  Mario Apuzzo, scende in campo con il 4-3-3. Di Ventura, Bianciardi e Quadrini si dannano l’anima a centrocampo. Meacci è il punto di riferimento in attacco, assistito ottimamente dagli esterni Di Bartolomeo e Bertoldi, i quali fanno vedere i sorci verdi rispettivamente a Tofani e Siano. Il copione della gara risulta fin troppo chiaro. Ospiti rintanati nella propria metà campo, mentre l’Isola Liri tenta invano di scardinare la trincea avversaria. Pronti via ed  il Cynthia sfiora la segnatura con un diagonale di Di Bartolomeo.  Caldaroni non si fa sorprendere. Al 5’pt Ciro Poziello tenta la conclusione dalla distanza. Zattin blocca senza problemi. Poco dopo ancora l’undici romano si rende pericoloso. Prima Caldaroni è bravo ad uscire su Meacci, ben imbeccato da Di Ventura. Successivamente il capitano bianco-blu, con un tiro dai trenta metri, spedisce la sfera ampiamente al lato. Al 18’pt arriva il vantaggio ospite. Caldaroni compie un’uscita a dir poco avventata, scontrandosi con un compagno e lasciando la porta sguarnita. Ad approfittarne è  Di Ventura che, con un preciso pallonetto, insacca.

I padroni di casa provano a reagire con veemenza e, tra il 22’pt ed il 24’pt, mettono alle corde gli avversari. Sulla potente punizione di Ciro Poziello, Zattin compie un intervento prodigioso. Due minuti più tardi, invece, Caligiuri con il destro non riesce a dosare la potenza. Il raddoppio perviene al 43’pt. Di Bartolomeo, dopo una delle sue solite galoppate sul versante mancino, serve al bacio Meacci. Il numero 9 non si fa pregare e di testa trafigge Caldaroni. Nella ripresa l’Isola Liri aumenta la pressione offensiva, mancando però di una effettiva razionalità nelle giocate. Al 2’st Basilico impegna seriamente Zattin. Sul seguente calcio d’angolo, un difensore avversario colpisce  di testa. Il pallone si stampa sulla traversa e l’autogol è cosi scongiurato. Ci provano anche Caligiuri, Caira e Franzese. Niente da fare. Nel finale la retroguardia bianco-rossa si espone all’inevitabile contropiede ospite, ed al 42’st capitola. Traversone di Carta per la corrente Farrugia. Il neo entrato, ex Ferentino, di testa sigla il 3-0 finale. Prima della chiusura viene espulso De Marco per fallo su  Fiorini. Continua dunque il momento negativo per l’Isola Liri. La vittoria manca ormai da sei turni. Domenica prossima trasferta proibitiva in casa del San Cesareo.

TABELLINO:

ISOLA LIRI: Caldaroni, Tofani (Atturo 30’st), Poziello Ciro, Siano, Terra (VC), Petrarca (Fiorini Danilo 26’st), Basilico (Tomassi 7’st), Franzese (C), Caligiuri, Poziello Raffaele, Caira. A disposizione: Fiorini Simone, Berardi, Bianchi, Rotondi, Graziani, Tullio. All. Alessandro Grossi

CYNTHIA: Zattin, Mazzei, Carta, Di Ventura (Errico 40’st), Leccese, Baylon (VC), Di Bartolomeo (De Marco 31’st), Bianciardi, Meacci (Farrugia 26’st), Quadrini, Bertoldi. A disposizione: Scarsella, Tabascio, Alongi, Cossa, Ronca, Benedetti. All. Mario Apuzzo.

MARCATORI: Di Ventura (C) (18’pt); Meacci (C) (43’pt); Farrugia (C) (42’st).

AMMONITI: Poziello Ciro (IL) (9’pt); Zattin (C) (24’pt); Di Ventura (C) (45’pt); Siano (IL) (4’st); Meacci (C) (22’st); Farrugia (C) (40’st); Mazzei (C) (47’st).

ESPULSI: De Marco (C) (48’st).

TERNA ARBITRALE: Arbitro: Sig. Lombardo Fabrizio (Sesto S.Giovanni); Ass.1: Sig. Burgassi Massimiliano (Prato); Ass.2: Santi Francesco  (Prato).

NOTE: Giornata fredda ed estremamente piovosa. Spettatori 150 circa. Terreno di gioco in pessime condizioni, a causa della pioggia incessante cadute dalle prime ore del mattino.

Alessandro Iacobelli – Isola24

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net.