21 Giugno 2013

Isola Liri Calcio shock: la squadra biancorossa rischia di scomparire dopo 88 anni di storia

La Serie D è davvero insostenibile per una città come Isola del Liri? Stando al comunicato stampa emesso oggi pomeriggio dalla società biancorossa, con l’articolo a firma di Bruno Di Folco che abbiamo riportato fedelmente, sembrerebbe di sì. Eppure l’A.C.’Isola Liri è uno dei pochi sodalizi sostanzialmente sani nel panorama calcistico locale e non solo. Ciononostante, secondo Bruno Di Folco, ogni appello e caduto nel vuoto e nessuno si è interessato alle sorti di un club con 88 anni di storia che ha portato in ogni dove il nome della Città delle Cascate.

Proprio così. Perché fermo restando tutto il rispetto possibile ed immaginabile per le Feste Patronali che fanno parte del Dna della gente di Isola; pur considerando manifestazioni storiche come il Liri Blues e quant’altro, è stato l’Isola Liri Calcio, specialmente nei suoi 5 anni di professionismo in Lega Pro 2a Divisione, a far conoscere il nome di Isola del Liri in tutta Italia.

Solo nell’ambito dilettantistico, i calciatori tesserati sono la bellezza di 1 milione e 300 mila (comprensivi dell’attività ufficiale e di quella amatoriale e ricreativa). Tutto ciò senza contare i milioni di tifosi che seguono questo sport in ogni angolo della penisola. Dunque, l’Isola Liri calcio è il principale spot della città fuori dalle mura, checché se ne dica. E certamente non merita questa fine ingloriosa dopo 88 anni di storia. Siete d’accordo?

Redazione Isola24

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
SPONSOR

Tutti i numeri di un anno magnifico nell'intervista all'amministratore unico, dott. Ennio Mancini, ed al Direttore, Orlando Pizzuti.

SPONSOR

Il 2019 è stato l'anno delle conferme e degli obiettivi raggiunti per l'azienda che si occupa di assistenza familiare.