3 Dicembre 2013

ISOLA LIRI CALCIO: termina 1-1 lo scontro diretto con l’Olbia. La cronaca di Alessandro Iacobelli

La prima domenica di dicembre regala all’Isola Liri il secondo pari consecutivo, dopo quello guadagnato a Sassari contro il Latte Dolce. Se si contano le opportunità sprecate dai ragazzi di Grossi, però, la vittoria poteva tranquillamente essere conquistata. L’Olbia, dal canto suo, si è limitata ad attuare una ordinata fase difensiva. In una delle rare situazioni in cui la compagine sarda si è riversata in avanti, l’ariete Pozzebon ha punito la retroguardia avversaria. Mister Alessandro Grossi, come di consueto, opta per il 4-3-1-2. Caldaroni viene preferito a Della Pietra tra i pali, e Graziani prende il posto dell’infortunato Basilico. Caligiuri e Giglio sono le due punte. L’Olbia risponde con il 4-3-3. Il bomber capitolino Demiro Pozzebon, classe 1988, viene spalleggiato da Kozely e Gallon.

Partenza a razzo dei padroni di casa. Caligiuri semina il panico tra i difensori ospiti mantenendo il pallone incollato tra i piedi per diversi metri. Il numero 11, arrivato al limite dell’area, tira con il sinistro. Sorrentino blocca senza problemi. I biancorossi si rendono ancora pericolosi al 12’pt. Sempre Caligiuri si libera sulla destra e serve Giglio. Quest’ultimo, in piena area di rigore, tenta la conclusione, trovando la schiena di un avversario. Al 18’pt gli uomini di Giorico, dopo un avvio timido, costruiscono una piacevole trama che porta alla rete del vantaggio. Kozely esegue un invitante traversone dal versante destro. Sulla sfera si avventa Pozzebon che, lasciato colpevolmente solo dai centrali isolani, insacca di testa alle spalle di Caldaroni. Sulle ali dell’entusiasmo la squadra sarda sfiora il raddoppio. In due circostanze Caldaroni è bravo a sventare il pericolo, prima sull’onnipresente Pozzebon e poi su Doddo.

L’Isola Liri torna minacciosa allo scadere della prima frazione di gioco. Al 36’pt Caligiuri, invitato alla conclusione da Franzese, esalta le doti balistiche di Sorrentino. Al 42’pt le parti si invertono. Berardi crossa e l’attaccante ex Frosinone tocca di testa per il capitano biancorosso. Sul tiro a botta sicura del numero 8, l’estremo difensore ospite è miracoloso. Nell’intervallo Grossi avverte le difficoltà della sua squadra, soprattutto sulle fasce laterali. Dal 4-3-1-2 si passa ad un più coperto 4-4-2 con l’immediato ingresso in campo di Cardazzi in luogo di Berardi. Il secondo tempo è un monologo isolano. Al 9’st l’Isola Liri perviene al pareggio. Il direttore di gara, Nicola Scarpini di Arezzo, fischia un calcio di rigore sul contatto tra Giglio e Pozzebon. Alla battuta si porta Raffaele Poziello. La trasformazione viene ripetuta due volte, ma il numero 10 non si emoziona e spiazza Sorrentino. Poco dopo Giglio spedisce sul fondo il pallone, con un perentorio colpo di testa. Nei minuti finali occorre registrare un occasione per parte. Al 42’st De Luca, con un potente destro dalla distanza, sfiora la segnatura. Al 48’st, infine, Caldaroni disinnesca una debole conclusione di Pozzebon. Domenica prossima altro match casalingo per Franzese e compagni contro l’Anziolavinio, per mantenere il passo della Lupa Roma e del San Cesareo.

Alessandro Iacobelli – Isola24

TABELLINO

ISOLA LIRI: Caldaroni, Zeppa, Poziello Ciro, De Luca, Terra (VC), Berardi (Cardazzi 1’st), Graziani (Tomassi 37’st), Franzese (C), Giglio (Caira 24’st), Poziello Raffaele, Caligiuri. A disposizione: Della Pietra, Tofani, Basilico, Cirelli, Fiorini, Petrarca. All. Alessandro Grossi.

OLBIA: Sorrentino, Abachisti, Malesa, Farina (C), Peana, Varrucciu (VC), Kozely (Aloia 25’st), Doddo (Taras 34’st), Pozzebon, Simeoni, Gallon (Melino 44’st). A disposizione: Depperu, Columbano, Capuano, Asole, Musella. All. Mauro Giorico.

MARCATORI: Pozzebon (O) (18’pt), Poziello Raffaele (IL) (R) (9’st).

AMMONITI: Caligiuri (IL) (28’pt), Pozzebon (O) (9’st), Terra (IL) (12’st), Franzese (IL) (29’st).

ESPULSI: Giorico (All. Olbia) (allontanato dal terreno di gioco).

TERNA ARBITRALE: Arbitro: Sig. Scarpini Nicola (Arezzo); Ass.1: Sig. Battiniello Carmine (Frattamaggiore); Ass.2: Sig. Abategiovanni Domenico (Frattamaggiore).

NOTE: Giornata fredda ed estremamente ventilata. Spettatori 300 circa. E’ stato osservato un minuto di raccoglimento in ricordo della terribile alluvione che ha colpito la Sardegna, ed in particolare proprio la città di Olbia, e di Doriano Romboni, il motociclista tragicamente scomparso durante una gara organizzata a Latina per commemorare la figura di Marco Simoncelli.

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
SPONSOR

Tutti i numeri di un anno magnifico nell'intervista all'amministratore unico, dott. Ennio Mancini, ed al Direttore, Orlando Pizzuti.

SPONSOR

Il 2019 è stato l'anno delle conferme e degli obiettivi raggiunti per l'azienda che si occupa di assistenza familiare.