31 Dicembre 2020

Maria Rosaria Capobianchi: «No-vax negano evidenza, non si rendono conto del danno che fanno»

Coronavirus: a tre giorni dalla vaccinazione la direttrice del laboratorio di virologia dello Spallanzani ha affermato di sentirsi “benissimo”.

Maria Rosaria Capobianchi è stata una dei primi cinque operatori sanitari dell’INMI Spallanzani di Roma a sottoporsi al vaccino anti-Covid. Insiema alla direttrice del laboratorio di Virologia dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive situato sulla Portuense, sono stati vaccinati: Alessandra D’Abramo (medico infettivologa), Omar Altobelli (operatore socio sanitario – OSS) e Claudia Alivernini (infermiera).

Dopo tre giorni, la Dott.ssa Capobianchi ha affermato di sentirsi benissimo. In un’intervista rilasciata a La Repubblica, non è mancato un chiaro e perentorio riferimento ai cosiddetti no-vax: «Sono persone che hanno il desiderio distruttivo di negare l’evidenza senza rendersi conto del danno che fanno. Si attaccano a teorie fantasiose e complottiste», ha dichiarato la virologa al quotidiano fondato da Eugenio Scalfari.

Ti potrebbe interessare: