22 Aprile 2013

Provvedimenti Comune su Movida, il Circolo cittadino SEL: “Isolare chi arraffa denaro in barba alle regole”

COMUNE ISOLA DEL LIRI

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma di Tommaso Cerroni (Circolo SEL Isola del Liri)

La recente ordinanza con cui il Comune disciplina l’esercizio dei locali della città sta provocando invettive contro il Comune ma particolarmente verso la figura del Sindaco Luciano Duro. Ebbene a riguardo il circolo SEL di Isola del Liri ritiene che valga la pena ricordare alcune cose a coloro i quali accusano ed in molti casi addirittura offendono tramite i social network presenti nel web l’amministrazione ed in particolare il Sindaco.

La città di Isola del Liri dopo la fine delle’epoca industriale, che vedeva la città tra le più floride forse a livello nazionale, era destinata a diventare un dormitorio frequentato da disoccupati e da miseria umana. L’estro e le iniziative promosse negli anni principalmente dall’attuale Sindaco hanno evitato questo triste epilogo. Non va dimenticato che la città di Isola del Liri era l’unica in Provincia che aveva, grazie all’attuale Sindaco, l’orario di chiusura delle attività fissato alle ore 3,00 del mattino e ciò aveva provocato l’invidia da parte di tutti gli esercenti degli altri centri della Provincia.

Spesso il Sindaco si è opposto anche alle proteste di comitati cittadini i quali invocavano di anticipare la chiusura dei locali in seguito ad episodi di auto incendiate nella notte, parabrezza sfondati, specchietti spaccati, pneumatici tagliati, fioriere divelte, sedie e tavoli del bar Conti gettate al fiume ecc… ecc… Più volte il Sindaco Luciano Duro è stato costretto a recarsi in Prefettura al fine di scongiurare provvedimenti drastici in seguito a questi ed altri fatti. Svariate volte sono stati convocati tavoli di confronto in Comune volti ad incontrare le esigenze degli esercenti dei locali della città, ogni volta sono stati presi accordi mai rispettati da alcuni esercenti i quali, tra l’altro, servono alcolici a minorenni usando prodotti di scarsa qualità che alterano facilmente l’equilibrio di chi li assume, norme sanitarie spesso non rispettate, uso di tabacco all’interno di alcune attività in barba alle normative che vietano di fumare negli esercizi pubblici ed altro ancora.

Si continua a dare addosso al comune e nella fattispecie al Sindaco ma nessuno sottolinea l’assenza della ASL che potrebbe e soprattutto dovrebbe intervenire al fine di garantire il rispetto delle normative sanitarie. Come mai ciò non accade? Come mai ci sono locali che vengono controllati in maniera capillare da parte della ASL ed altri che non ricevono mai nessun tipo di controllo? E’ questo comportamento ambivalente che fa si che chi lavora fuori delle regole vada a danneggiare chi invece cerca di lavorare in maniera seria e professionale. Circa il mancato impiego di controlli da parte dell’autorità preposta nella notte e la mancata realizzazione di videosorveglianza, è il caso di ricordare l’impossibilità da parte del Comune di impiegare controlli notturni da parte dei Vigili Urbani, l’arma dei Carabinieri non ha risorse disponibili da poter dedicare alla città di Isola del Liri per cause certamente non a loro imputabili ma bensì riconducibili alle condizioni politico economiche nelle quali versa il Paese.

Circa l’assenza di un impianto di videosorveglianza sarebbe interessante capire, da parte di chi rimprovera appunto l’assenza di tale impianto, come reperire un paio di centinaia di migliaia di euro per poter procedere all’istallazione. In definitiva è sicuramente necessario ed improrogabile regolamentare l’esercizio dei locali pubblici della città ma superando le opportunità politiche e soprattutto con una seria e profonda assunzione di responsabilità di tutte le parti coinvolte guardando unicamente al bene della città ed al rispetto verso la popolazione intera. Il problema della “movida” va indietro negli anni non è certamente emerso oggi per cui troviamo ingiusto e strumentale addossare le responsabilità unicamente all’attuale amministrazione ed in particolar modo al Sindaco che negli anni si è sempre speso in favore dei pubblici esercizi cercando di coniugare nel miglior modo possibile le necessità di questi ultimi con quelle della popolazione.

Sono state le iniziative messe in campo dal Sindaco negli ultimi venti anni; Liri Blues, Suoni dal Mondo, Festival dei Poeti, Branduardi sulla terrazza di villa Mancini e tante altre iniziative a far si che oggi Isola del Liri abbia una cosi alta concentrazione di locali, sarebbe giusto ed onesto non dimenticare tutto ciò. In chiusura rivolgiamo un appello a tutti quegli esercenti che intendono lavorare nel rispetto delle regole ad adoperarsi, in sinergia con il Comune, al fine di isolare chi invece intende solo arraffare denaro in barba alle regole provocando disordini ed atti di inciviltà. Invitiamo inoltre le Autorità preposte ad agire verso coloro i quali esercitano al di fuori delle norme o, come accade in alcuni casi, ad esercitare addirittura senza regolare licenza.

Circolo SEL Isola del Liri
Tommaso Cerroni

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
Il Covid torna a minacciare l'Europa. Luigi Di Maio: «Massima solidarietà a Spagna e Francia»

Luigi Di Maio - Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ripercorre i difficili mesi di questo drammatico 2020, segnato dalla pandemia di Covid-19.

Benefici dello yoga per corpo e mente

Benefici dello yoga - I vantaggi dello yoga non sono solo la possibilità di piegare il tuo corpo come un pretzel.

EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Eutanasia - Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Eutanasia - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.