giovedì 13 Settembre 2012

Scarpetta in risposta a Marziale: “Evviva la coerenza”

“Evviva la coerenza”. Così esordisce il consigliere comunale di Isola del Liri Massimo Scarpetta,  capogruppo di “Un nuovo inizio con Luciano Duro sindaco”, in risposta a quanto dichiarato dal collega Lucio Marziale relativamente al rinvio del consiglio comunale.  

“Mi meraviglio –  prosegue Scarpetta – di come alcuni amministratori comunali, che dovrebbero essere  un esempio di coerenza, nelle sedi istituzionali siano buoni e mansueti, salvo sfogarsi in seguito sui giornali strumentalizzando l’opinione pubblica. Nella riunione dei capigruppo di maggioranza,  tenutasi l’11 settembre u.s., tutti, e sottolineo tutti, erano favorevoli al rinvio del consiglio comunale, palesando la solidarietà all’assessore al bilancio Antonella Di Pucchio ed augurando una pronta guarigione al figlio della stessa. 

La differenza tra noi e ‘loro’ (in riferimento all’approvazione del bilancio 2011, in assenza dell’allora assessore Scala) è riscontrabile nello stile e nel rispetto dei ruoli e del lavoro di ogni amministratore. Noi l’Assessore al Bilancio lo abbiamo, è competente e lo tuteliamo. Quando un assessore esiste “veramente”, ed è egli stesso che redige ed opera, va rispettato e valorizzato. Il nostro assessore  è ‘insostituibile’: è un valore aggiunto sia per l’amministrazione che per la città, e svolge un lavoro non facile.  

Saremmo potuti andare tranquillamente in Consiglio anche lo scorso 11 settembre, in quanto 10 voti per l’approvazione del Bilancio erano già sicuri: pertanto, lo stesso sarebbe stato approvato.  Abbiamo invece preferito rinviare la seduta, poiché l’assessore Antonella Di Pucchio merita da parte nostra rispetto e riconoscenza per il lavoro svolto, gratuitamente, insieme all’’Ufficio Ragioneria, tenendo conto dei tagli imposti dal Governo centrale. Tali sentimenti dovrebbero essere condivisi anche e soprattutto, forse più di noi, proprio dal gruppo capeggiato dal consigliere  Marziale.

Ciò che è stato fatto negli anni passati non ci interessa, compreso il fatto che tutta la giunta, incluso il Sindaco, abbiano rinunciato all’indennità eccetto il Presidente del Consiglio, Angelo Caringi. Al contrario, siamo interessati a lavorare responsabilmente per assicurare a Isola del Liri un futuro migliore.